pescara

Autovelox ai Colli: da lunedì le multe a chi supera 30 all’ora 

autovelox-ai-colli: da-lunedi-le-multe a-chi-supera-30-all’ora 

L’assessore Albore Mascia: «Scattano controlli e sanzioni» I dispositivi installati in via di Sotto e in strada Colle Renazzo

di Andrea Bene

PESCARA. Sta per terminare la tolleranza nei confronti degli automobilisti che superano i limiti di velocità nelle strade dei Colli. Da lunedì mattina, entreranno in funzione i due autovelox fissi acquistati di recente dal Comune per aumentare la sicurezza dei pedoni e dei ciclisti. Lo ha annunciato ieri l’assessore alla mobilità Luigi Albore Mascia.

I due dispositivi fissi, che sono stati già installati da alcuni giorni, si trovano in via di Sotto, all’altezza della scuola Virgilio e in strada Colle Renazzo, anche in questo caso nelle vicinanze di una scuola.

Si tratta di autovelox bidirezionali, in grado di controllare la velocità in entrambe le direzioni di marcia 24 ore su 24. Bisogna ricordare, in proposito, che il limite di velocità da rispettare in via di Sotto è di 30 chilometri orari. È tollerato il superamento fino al 5 per cento di questo limite, ossia fino a 31,5 chilometri orari, oltre il quale scatterà la foto e la relativa sanzione. Limite più permissivo in strada Colle Renazzo, dove non si devono superare i 50 chilometri orari, ma in compenso risulta assente la segnaletica che indica la velocità massima consentita.

Mentre in via di Sotto la segnaletica verticale è stata addirittura potenziata nei giorni scorsi, su indicazione dell’assessore, proprio per evitare che gli automobilisti possano cadere in errore. «L’autovelox», ha spiegato Albore Mascia, «si è reso necessario a causa dell’alta incidentalità di quella strada sulla quale da anni insiste una zona 30 costantemente ignorata da molti automobilisti». «La presenza di un istituto scolastico», ha sottolineato l’assessore, «dovrebbe essere per tutti un ulteriore invito alla prudenza. Si tratta di una via di collegamento importante che attraversa un’area residenziale. Una via che, purtroppo, ha continuato a manifestare nel tempo molte criticità».

«Si rende quindi necessaria», ha aggiunto, «la presenza di un presidio fisso che ci restituisca una strada più sicura per tutti, anche per gli stessi automobilisti». La proposta di un dispositivo per controllare la velocità era stata avanzata tempo fa dalla polizia municipale e anche diversi residenti avevano richiesto un continuo monitoraggio per aumentare la sicurezza dei pedoni che attraversano la strada e dei ciclisti.

Tuttavia, in via di Sotto, si rischia una strage di multe a causa della difficoltà di limitare la velocità dei veicoli a 30 chilometri orari, soprattutto in discesa. Basti pensare che la polizia municipale ha registrato con l’autovelox appena installato oltre 5mila violazioni del limite di velocità in sole due settimane. Per fortuna, il dispositivo non era stato ancora attivato per far scattare le sanzioni.

Sanzioni che, a partire da lunedì, rischiano di essere davvero salate. Si va dai 41 ai 3.287 euro e la sottrazione fino a dieci punti dalla patente. Nei casi più gravi c’è anche la sospensione.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: