attualità

Lungomare preso d’assalto dai giovani 

lungomare-preso-d’assalto-dai-giovani 

Menna: «Così svaniscono i sacrifici». Magnacca: «Modo di fare ingiustificabile». Comprensorio: 2.203 tamponi, un positivo

VASTO. Inutili gli inviti alla prudenza. A Vasto come a San Salvo, piuttosto che a Casalbordino e Torino di Sangro, migliaia di persone durante il weekend hanno preso d’assalto il litorale. Le forze dell’ordine hanno cercato di evitare gli assembramenti ma non è stato facile. Un anno di rinunce e divieti ha reso giovani e anziani meno cauti nonostante i contagi continuino a crescere. I sindaco di Vasto, Francesco Menna e la collega di San Salvo, Tiziana Magnacca bacchettano gli indisciplinati. Buono il risultato dello screening di massa nei piccoli comuni. Ieri sono stati fatti i tamponi a Pollutri, Villalfonsina, Gissi, Roccaspinalveti e Casalanguida. Su 2.203 cittadini uno solo, a Pollutri, è risultato positivo

L’APPELLO DI MENNA Vedere il litorale affollato non è piaciuto al sindaco di Vasto. «Un raggio di sole non vale la vostra salute», ha detto Francesco Menna ai cittadini. «Per quanto grande l’impegno della polizia e dei carabinieri non servirà a niente se ogni singolo cittadino non farà la sua parte. Evitate di uscire di casa se non è strettamente necessario. Chiedo a tutti di collaborare e di aiutare Vasto ad uscire da questo incubo. Soprattutto i giovani che possono essere una colonna di questa iniziativa. Ma serve», ha concluso Menna, «la collaborazione di tutti».

SAN SALVO Dispiaciuta anche il sindaco di San Salvo. «Siamo in zona rossa», ha ricordato Tiziana Magnacca e con lei l’assessore alla sicurezza, Fabio Raspa. «Il sole invita a fare lunghe passeggiate sul litorale ma non è consentito allontanarsi da casa. Il livello di attenzione deve restare alto. Quello che è accaduto non è in nessun modo giustificabile. È bene che tutti ricordino che ci sono persone in terapia intensiva e in gravi condizioni. Questa è una battaglia che si vince se ognuno si comporta con responsabilità».

SCREENING Intanto ieri a Pollutri, Roccaspinalveti, Gissi, Villalfonsina e Casalanguida 2.203 persone hanno partecipato allo screening di massa. A Casalanguida i tamponi sono stati 242. «Zero i positivi», ha sottolineato il sindaco Luca Conti. Soddisfatto anche Mimmo Budano, primo cittadino di Villalfonsina: i tamponi sono stati 300 e tutti negativi. A Roccaspinalveti l’adesione è stata maggiore del previsto, 435, al punto che sono stati esauriti i tamponi e il sindaco Claudia Fiore ne ha dovuto chiedere altri. Al termine tutti negativi. A Pollutri all’appello del sindaco Nicola Di Carlo, hanno risposto in 663. Uno di loro è risultato positivo, motivo per il quale il sindaco ha disposto la chiusura delle scuole per una settimana. Grande affluenza anche a Gissi. «Hanno partecipato 563 cittadini e nessuno è positivo», ha comunicato il sindaco Agostino Chieffo.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: