cronaca

Trovato morto in casa dopo tre settimane 

Dramma della solitudine in centro a Trasacco: l’uomo aveva 86 anni. Ucciso nel sonno da un infarto

TRASACCO. Era morto da almeno 20 giorni il pensionato ritrovato senza vita nella sua abitazione al centro del paese, probabilmente stroncato da un malore improvviso durante il sonno. Il dramma della solitudine si è consumato l’altro giorno a Trasacco quando in tarda mattinata un familiare ha scoperto il corpo senza vita di Carmine Gaetano De Flavis, 86 anni. L’uomo era originario di Luco dei Marsi, ma ha sempre vissuto a Trasacco. L’anziano viveva da solo da diversi anni nella sua casa di via Cicerone De Blasis, in pieno centro cittadino non molto distante da piazza Umberto I.

In paese De Flavis viene ricordato come un uomo sulle sue, estremamente riservato e schivo. In particolare, nell’ultimo periodo della sua vita intratteneva pochissimi contatti vivendo un’esistenza in estrema solitudine. Forse è per questa sua scelta di vita che nessuno dei vicini di casa si è accorto che fosse morto da tempo. È stato un parente a chiedere aiuto a un nipote, preoccupato del fatto che l’anziano non rispondeva più al telefono già da qualche tempo. Poi l’altro giorno la scoperta. Il familiare si è recato fuori dalla casa dello zio. In un primo momento ha provato a bussare insistentemente alla porta, poi quando ha visto che non apriva nessuno ha incominciato a chiamarlo invano. Intuendo che gli fosse successo qualcosa, a quel punto ha fatto irruzione in casa trovando il corpo senza vita di Carmine Gaetano De Flavis dentro la camera da letto. L’allarme è stato lanciato intorno a mezzogiorno. Sul posto sono arrivati i carabinieri della stazione di Trasacco che hanno subito allertato l’autorità sanitaria. Come accertato dal medico intervenuto, l’86enne si è spento per cause naturali. Probabilmente è stato colto da un infarto mentre dormiva che si è rivelato fatale. Lo stesso medico ha anche stabilito che il decesso risalirebbe almeno a tre settimane fa. Purtroppo l’anziano aveva scelto di vivere in estrema solitudine e nessuno si è accorto che se ne fosse andato da quasi un mese. «L’intera comunità di Trasacco si stringe intorno al lutto della famiglia», dichiara il sindaco Cesidio Lobene. I funerali del pensionato sono stati celebrati ieri mattina, alle 10, nella basilica dei Santi Cesidio e Rufino, poi la sepoltura nel cimitero di Trasacco. (f.d.m.)

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: