cronaca

Porta Leoni, va avanti il piano di riqualificazione

porta-leoni,-va-avanti il-piano-di-riqualificazione

L’AQUILA. Il Comune ha rinominato il gruppo di lavoro a sostegno del responsabile unico del procedimento (rup) per l’intervento di riqualificazione “nell’ambito del progetto urbano unitario di porta…

L’AQUILA. Il Comune ha rinominato il gruppo di lavoro a sostegno del responsabile unico del procedimento (rup) per l’intervento di riqualificazione “nell’ambito del progetto urbano unitario di porta Leoni”.

Come noto, l’idea dell’amministrazione maturata già con la giunta guidata dall’ex sindaco Massimo Cialente, è quella di demolire i palazzi pubblici dell’Ater che insistono fra Porta Leoni e il convento di San Bernardino (via Luigi Signorini Corsi) e nell’area realizzare parcheggi e un belvedere per valorizzare le mura storiche. Il Comune avrebbe raggiunto un accordo con l’Ater la quale in cambio dei palazzi di Porta Leoni (stimati 11 milioni di euro) avrà altri alloggi che il Comune ha acquisito grazie alla norma sulla casa equivalente (in pole position ci sarebbero decine di appartamenti a Pettino – palazzo dei 201 – oggi in gran parte di proprietà pubblica). A Porta Leoni ci sono 47 appartamenti e le famiglie interessate al possibile trasferimento sono 18. Nel tempo sono cambiati almeno tre rup e ora il Comune ha dovuto rinominare da capo il gruppo di lavoro che deve supportarlo.

Con una recente determina si conferma l’incarico di responsabile unico del procedimento per il progetto di Porta Leoni all’architetto Roberto Evangelisti, dirigente del Settore ricostruzione privata, conferma la dottoressa Stefania Parisse come supporto al rup e nomina nel gruppo di lavoro l’ingegner Annalisa Moriante, l’istruttore direttivo tecnico geologo Carmelina De Rose, l’istruttore direttivo tecnico ingegner Velia Di Gregorio, l’istruttore tecnico geometra Maurizio Tollis.(g.p.)

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: