attualità

Parcheggi milionari, il Tar prende tempo 

parcheggi-milionari,-il-tar-prende-tempo 

I giudici amministrativi rinviano la decisione sul contenzioso tra il Comune e la società Blu Parking

CHIETI. Il Tribunale amministrativo regionale prende tempo per decidere sull’affare milionario dei parcheggi a pagamento, al centro di un’annosa guerra a colpi di carte bollate tra il Comune di Chieti e la Blu Parking, la società che gestiva il servizio.

Il Tar di Pescara (presidente Paolo Passoni, consiglieri Renata Emma Ianigro e Massimiliano Balloriani), dunque, ha scelto di attendere la sentenza del Tribunale civile di Chieti sulla validità della risoluzione contrattuale firmata dal Comune nel 2014: solo dopo il pronunciamento del giudice ordinario sarà possibile esprimersi sui successivi provvedimenti, a partire da quello del consiglio comunale di affidare le strisce blu di tutta la città alla società partecipata Teateservizi. A dichiarare la competenza del giudice ordinario è stata la Corte di Cassazione.

La battaglia sui parcheggi va avanti da ben sei anni, ovvero da quando l’ente guidato all’epoca dal sindaco Umberto Di Primio ha “licenziato” l’allora Ecoesse, oggi Blu Parking, azienda guidata dall’imprenditore Alfiero Marcotullio. Ne è nata la causa ancora pendente davanti al tribunale teatino: il privato chiede 8 milioni di euro di risarcimento danni, sostenendo che non è ravvisabile alcun inadempimento nella convenzione; il Comune, di contro, si dichiara parte lesa e vuole a sua volta 8 milioni e 623mila euro.

Più recentemente, tra i due contendenti è scoppiata anche un’altra guerra: quella dei parcometri. La società di Marcotullio accusa l’ente di essersi «appropriato delle basi dei parcometri», sulle quali sono state montate le nuove colonnine.

I nuovi 24 parcometri sono stati installati dalla Teateservizi in piazza Garibaldi, via Martiri Lancianesi, via Discesa delle carceri, via Principessa di Piemonte, via Spaventa, via Vernia, viale IV novembre, via Marco Vezio Marcello, piazza Umberto I, corso Marrucino, piazza Ercole Rocchetti, largo Cavallerizza, piazza San Giustino, viale Benedetto Croce, viale Abruzzo, via Scaraviglia e via Ortona. (g.let.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: