attualità

Oggi la processione, negozi chiusi in anticipo e il Miserere fino alla Scalo

oggi-la-processione,-negozi-chiusi-in-anticipo-e-il-miserere-fino-alla-scalo

CHIETI

Alcuni commercianti di corso Marrucino contro lo stop di due ore (dalle 17 alle 19), la replica del Comune. Il canto struggente dell’antico rito per la prima volta in filodiffusione anche in piazzale Marconi. Diretta tv su Rete 8

GUARDA L’ELENCO DELLE STRADE CHIUSE

CHIETI. E’ il giorno dell’antica processione del Venerdì santo, una delle più antciche d’Italia. E’ la seconda dell’era pandemica, per cui viene condotta in solitaria dall’arcivescovo Bruno Forte. L’intero rito viene trasmesso in diretta su Rete 8.

Dalle 17 alle 19 chiudono le strade del centro storico e, così come recita l’ordinanza comunale su disposizione della prefettura per motivo di sicurezza sanitaria, i negozi di corso Marrucino e delle altre vie del centro devono abbassare per due ore le serrande in modo da evitare assembramenti e rischio di contagi. 

Una decisione questa che ha fatto discutere in città. Tanto che il Comune è stato costretto a puntualizzare che si tratta di decisioni prese in seguito alla richiesta delle forze dell’ordine di far svolgere la processione in sicurezza, evitando assembramenti. Ai  commercianti che non hanno gradito l’ordinanza di stop di due ore si è aggiunto l’ex sindaco Umberto Di Primio: “Una follia, che danneggia chi è stato già costretto a tenere negozi ed attività chiuse per settimane. Solo per soddisfare l’egopatia di qualcuno”.

La comandante dei vigili urbani, Donatella Di Giovanni, ha dovuto fornire ulteruiori chiarimenti e precisazioni: “Domani il centro storico è inaccessibile dalle 17 alle 19, lasso di tempo richiesto dal tavolo prefettizio, che nei fatti si limita a mettere in sicurezza i momenti salienti. Una volta passato il corteo, sarà nostra cura provvedere a riaprire via via anche le strade. Stesso discorso vale per i negozi…”.

LE STRADE. L’ordinanza dispone la chiusura dei negozi che si trovano lungo le strade interessate dai divieti per il passaggio della processione. Sono: piazza San Giustino, via Chiarini, via Pollione, piazza Valignani, corso Marrucino, piazza Vico, largo Martiri della Libertà, piazza Trento e Trieste, via Zecca, via De Tocco, via Monaco La Valletta, via Vernia, via De Lollis, via Vezio Marcello e via Arcivescovado.

Intanto, per la prima volta il Miserere di Selecchy, struggente colonna sonora della processione del Cristo morto, approda anche allo Scalo. Grazie alla filodiffusione disposta anche nella parte bassa della città, l’amministrazione del sindaco Diego Ferrara cerca, in maniera simbolica, di dare la giusta attenzione anche allo Scalo. La decisione è stata del vicesindaco Paolo De Cesare. (a.i.)

ARTICOLO COMPLETO SUL CENTRO IN EDICOLA

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: