cronaca

Archivio di Stato, appello a Franceschini 

archivio-di-stato,-appello-a-franceschini 

Trenta associazioni culturali in campo contro la paventata chiusura della sezione sulmonese

SULMONA. Sono oltre una trentina le associazioni culturali sulmonesi e del comprensorio del Centro Abruzzo che hanno inviato una nuova lettera al ministro dei Beni e attività culturali, Dario Franceschini, perché sia scongiurata la chiusura della sezione sulmonese dell’Archivio di Stato. Le associazioni ricordano che «tale decisione rappresenterebbe un danno irreparabile e un sopruso per tutto il territorio».

Nella lettera si chiede, invece, al ministro un potenziamento dell’Archivio di Stato che oggi versa in condizioni precarie anche per la carenza di personale.

Intanto, se il Ministero non dovesse accogliere questo appello, le associazioni sono pronte a promuovere ogni azione volta alla difesa e alla salvaguardia dell’Archivio di Stato. Nei giorni scorsi, in difesa della sezione erano scesi in campo la deputata Stefania Pezzopane (Pd), la Lega – che aveva sollecitato l’intervento del sottosegretario Lucia Borgonzoni – e il parlamentare e critico d’arte, Vittorio Sgarbi. Quest’ultimo aveva sottolineato l’importanza della struttura per una città come Sulmona.

«La chiusura dell’Archivio di Stato ha un significato profondamente negativo e fa tornare alla mente un precedente terribile che non è consentito riprodurre. Fu già soppresso, infatti, dal regime fascista nel 1929 per vendicarsi di una rivolta popolare. E la sua riapertura nel dopoguerra ebbe il significato, irrinunciabile oggi come allora, di simbolo di orgoglio e di libertà», ribadisce Sgarbi. «Questa è un’umiliazione che la città di Sulmona non può davvero sopportare. Non si può accettare una tale violenza, l’ennesima imposizione calata dall’alto sulla vita dei cittadini. Nella loro vita e anche nella loro storia, mentre si attende ormai da tempo una non più rinviabile rinascita».(c.l.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA .

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: