attualità

I contagi in città sono 286, focolaio nella casa anziani 

i-contagi-in-citta-sono-286, focolaio-nella-casa-anziani 

Menna: accertamenti per scoprire perché a Vasto la curva è tornata a salire Castiglione, ridotta a 12 ore al giorno l’apertura della postazione 118: proteste

VASTO. Un nuovo focolaio Covid-19 in una rsa della città sta provocando non pochi problemi. Uno degli anziani ospiti è stato ricoverato ieri notte all’ospedale San Pio in gravi condizioni, e pare che i positivi nella struttura siano almeno una ventina. «Sono monitorati dall’azienda e dalle Usca», assicura il direttore sanitario Asl Angelo Muraglia. Nel reparto di Malattie infettive sono arrivati altri anziani ospiti di una rsa di Lanciano. Il reparto scoppia. «Il virus», dice il primario Maria Pina Sciotti, «è diventato più aggressivo». Sono almeno 4 i focolai che hanno prodotto 152 contagi in una settimana. Ieri il totale era salito a 286. Domani l’unità di crisi della Regione analizzerà i dati e valuterà il da farsi. «Dopo quello che è accaduto», dice il sindaco Francesco Menna, «sono in corso indagini per scoprire che cosa è successo e quali sono state le lacune che hanno determinato un’impennata dell’epidemia. Di certo tutti i vastesi devono collaborare. Non saranno più tollerate sfide e leggerezze». Le forze dell’ordine sono già entrate in azione. Una trentina le sanzioni fatte da carabinieri e polizia che oggi raddoppieranno i controlli.

CASTIGLIONE MESSER MARINO E mentre Castiglione Messer Marino sta combattendo per contenere i contagi, in paese arriva la notizia del taglio della postazione medicalizzata del 118: «È una scelta che ancora una volta penalizza le zone interne. La Regione torni sui suoi passi», chiede il capogruppo del Pd all’Emiciclo, Silvio Paolucci. «Sembra un pesce d’aprile, ma è la verità. La postazione vede dimezzate a 12 le sue 24 ore di attivazione. Questo nonostante l’emergenza Covid richieda un monitoraggio continuo del territorio proprio a causa della situazione emergenziale. La speranza è che la Regione trovi il coraggio di dire che ha sbagliato e torni sui suoi passi». Da ieri la postazione del 118 di Castiglione non ha più il supporto medico h24. La notizia ha provocato la protesta di Emilio Di Lizia, Domenico Sciartilli e Enzo Fangio del gruppo consiliare “Uniti per Castiglione” che chiedono un consiglio comunale straordinario monotematico. «E gli ultraottantenni», sottolineano, «dopo un giorno di vaccini in paese ora vengono nuovamente chiamati a Vasto».

CASALBORDINO Buone notizie invece per i sindaci dell’Unione dei Miracoli, Alfonso Ottaviano (Scerni), Filippo Marinucci (Casalbordino), Nicola Maria Di Carlo (Pollutri), Mimmo Budano (Villalfonsina ) e Nino Di Fonso (Torino di Sangro). Il direttore generale della Asl, Thomas Schael, ha convocato i sindaci per il 16 aprile per programmare l’utilizzo dell’Auditorium dei Miracoli per le vaccinazioni anti-Covid. La Asl chiarirà quando potrà partire la campagna vaccinale nella struttura.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: