cronaca

Domani si torna a scuola, appello di D’Alberto ai ragazzi

TERAMO. «È un’opportunità preziosa che va difesa: dobbiamo tutti fare la nostra parte, essere responsabili e far sì che fino a fine anno scolastico non ci siano più interruzioni»: così il sindaco di…

TERAMO. «È un’opportunità preziosa che va difesa: dobbiamo tutti fare la nostra parte, essere responsabili e far sì che fino a fine anno scolastico non ci siano più interruzioni»: così il sindaco di Teramo Gianguido D’Alberto si rivolge agli studenti che domani torneranno sui banchi di scuola. Si appella alla loro capacità di saper osservare i giusti comportamenti ma rivolge anche l’ennesimo invito alla Regione affinché proceda con l’approvazione dei protocolli volti ad un rientro in sicurezza. «Gli studenti sono stati molto rispettosi delle regole all’interno delle scuole, per questo vanno lodati. Chiedo però a loro, adesso, in una fase delicatissima, uno sforzo ulteriore: essere altrettanto ligi nei comportamenti al di fuori delle scuole. Questo ultimo scorcio di anno scolastico preserviamolo con forza», aggiunge il sindaco.

Domani, come deciso dal Governo nell’ultimo decreto, in tutta Italia si torna in classe. Nelle zone rosse lezioni in presenza fino alla prima media; nelle arancioni, come da oggi l’Abruzzo, in presenza fino alla terza media e Dad al 50% per le superiori. Una importante novità introdotta dal Governo è la sottrazione della discrezionalità nelle aperture delle scuole in capo alla regioni che non potranno più decidere autonomamente se chiudere. Salvo casi eccezionali.

«Un accentramento che toglie potere alle regioni su questo aspetto», spiega D’Alberto, «di contro servono protocolli uniformi per un rientro in sicurezza: torno dunque a chiedere, come presidente Anci alla Regione, che si proceda entro oggi stesso alla riapprovazione del protocollo di novembre con l’aggiornamento relativo alle varianti del virus. Le scuole devono muoversi entro confini certi, regole precise e note. Marsilio ci dia una risposta».

Proprio in vista del rientro in classe, alcuni comuni hanno avviato campagne gratuite di screening verso gli studenti. Tra questi Atri, dove l’adesione è volontaria ma fortemente raccomandata. L’appuntamento è per oggi al liceo Illuminati” e nella palestra Palazzo Cardinal Cicada (dalle ore 15 alle 17.15 per i cognomi dalla A alla F, e dalle 17.15 alle 20 i cognomi dalla G alla Z). A Casoli presso la scuola elementare di via Borgonuovo si parte dalle 10 fino alle 14.

A Sant’Omero, paese in zona rossa, invece, lo screening sulla popolazione studentesca si è concluso oggi: 185 gli alunni che si sono sottoposti al tampone, uno solo trovato positivo, ma asintomatico. (v.m.-d.f.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: