L’AQUILA – Il Giro d’Italia tocca anche quest’anno l’Abruzzo e lo fa con tre tappe: la Notaresco-Termoli venerdì 14 maggio (181 km), la Castel di Sangro-Campo Felice, domenica 16 maggio (158 km) e la L’Aquila-Foligno, lunedì 17 (139 km).

Come sempre l’arrivo della carovana ciclistica è preceduta e accompagnata da una serie di eventi – stavolta inevitabilmente ridimensionati – che fanno colorare di rosa città e paesi toccati dalla corsa a tappe maschile di ciclismo su strada professionistico fondata nel 1909.

Ieri sera la facciata della cattedrale di San Massimo, all’Aquila, ancora inesorabilmente non ricostruita dal terremoto di dodici anni fa, è stata illuminata di rosa.

Domani, nella sede della Regione Abruzzo di Palazzo Silone, Davide Cassani, commissario tecnico della nazionale ciclismo, Stefano Garzelli, già vincitore del Giro d’Italia e commentatore sportivo, Giulio Ciccone ciclista, Mauro Vegni direttore Giro d’Italia, Gianluca Ginoble componente del gruppo musicale Il Volo, presenteranno le città di tappa con l’esposizione del Trofeo Senza Fine, che dal 1999 viene consegnato al vincitore.

Quest’ultimo sarà poi esposto a Teramo, nella sede della Provincia, domani alle 15,30, a Castel di Sangro in Piazza Plebiscito, sabato 10 aprile alle ore 11,00, e a Campo Felice nel pomeriggio dello stesso giorno, alle 16,30.

Tra gli eventi che accompagneranno il passaggio del Giro in Abruzzo, anche un contest culinario che celebrerà i piatti tipici delle località attraversate dalla carovana.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l’informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.


Cliccando su “Donazione” sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021