Pescara. Si è suicidato nella notte, nel carcere a Vasto, Sabatino Trotta, lo psichiatra e primario dell’ospedale di Pescara, arrestato ieri a Pescara per corruzione nell’ambito dell’inchiesta sugli appalti della asl pescarese.

LEGGI: Pescara, sanità e corruzione sull’appalto Asl da 11 milioni: arrestato Sabatino Trotta

Originario di Castiglione a Casauria, residente a Spoltore, direttore del Dipartimento di salute mentale, era stato accusato di aver favorito una cooperativa lancianese per l’appalto di servii a persone con patologie pschiatriche.

Nella notte il suicidio in cella: inutile l’intervento della polizia penitenziaria e dei sanitari del 118.

La procura di Vasto ha aperto un fascicolo sull’accaduto.