AVEZZANO – Con l’assistenza dell’Ambasciata italiana a Rabat le autorità marocchine hanno accordato l’autorizzazione di un volo charter, organizzato da Confagricoltura L’Aquila, per rientro dei lavoratori del Marocco dipendenti di aziende agricole del Fucino.

La compagnia aerea Alba Star ha ottenuto l’autorizzazione al volo per il 12 aprile 2021 con partenza da Casablanca e arrivo previsto alle ore 16,35 all’Aeroporto D’Abruzzo a Pescara. I lavoratori imbarcati saranno 189 di cui 175 per 45 aziende agricole del Fucino e 15 per 3 aziende di Padova e Alessandria.

“Quest’anno la situazione è molto diversa rispetto allo scorso anno quando dovemmo organizzare ben 4 charter per riportare circa 500 lavoratori”, dice in una nota Stefano Fabrizi, direttore di Confagricoltura L’Aquila, “infatti, dei circa 3.500 lavoratori stagionali stranieri che operano nelle oltre 500 aziende del Fucino, più del 60% non sono tornati in Marocco dopo la campagna lavorativa a fine di novembre, mentre una buona parte ha anticipato il rientro in Italia già a marzo transitando per la Spagna e Francia. Successivamente il Marocco ha chiuso tutte le frontiere con l’Europa e un migliaio di lavoratori, che avevano già prenotato i viaggi, sono rimasti bloccati nel loro paese”.

Confagricoltura L’Aquila informa di aver chiesto ed ottenuto dal Ministero degli Esteri l’autorizzazione alla nostra dell’Ambasciata italiana in Marocco per dare assistenza agli organizzatori di questo volo privato consentito dagli accordi internazionali che permettono la movimentazione dei lavoratori e di aver allertato le Prefetture, le Questure e le Asl di L’Aquila e Pescara per i controlli di rito e, soprattutto, per l’assistenza sanitaria legata alla pandemia.

I lavoratori saranno trasferiti da Pescara con cinque pullman direttamente ai loro domicili dove saranno sottoposti a 14 giorni di isolamento fiduciario e l’attivazione della sorveglianza sanitaria da parte della ASL di Avezzano.

Il presidente di Confagricoltura L’Aquila Fabrizio Lobene ringrazia “il capo di Gabinetto della Farnesina Ettore Francesco Sequi, l’ambasciatore italiano a Rabat Armando Barucco e il vice capo missione Matteo Romitelli che hanno curato i rapporti diplomatici con le autorità marocchine tenendosi quotidianamente in contatto con la nostra sede, con l’agenzia che ha curato l’organizzazione dei voli e con la compagnia aerea Alba Star”.

Il Marocco potrebbe allentare le restrizioni ai viaggi verso i paesi europei con il miglioramento della situazione sanitaria, tuttavia occorre considerare che il 13 di aprile inizia il Ramadam che termina il 12 di maggio ed in questo periodo le mobilità potrebbero rallentare.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l’informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.


Cliccando su “Donazione” sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021