pescara

Bilancio, tagli ai fondi per il sociale 

CITTÀ SANT’ANGELO. Un bilancio «lacrime e sangue». È questa la definizione che il Partito democratico di Città Sant’Angelo dà del bilancio approvato nel consiglio comunale di giovedì, nonostante il voto contrario dell’opposizione.

A finire nel mirino del Pd è la riduzione della spesa per il sociale a fronte di 32mila euro destinati alla nomina di un nuovo assessore. «La motivazione di questa scelta deriverebbe dal grosso carico di lavoro presente in Comune, come ha riferito il sindaco Matteo Perazzetti», spiegano in una nota il gruppo consiliare del Pd e Sinistra italiana. Sulla questione interviene anche la consigliera Catia Ciavattella: «Questi 32mila euro stanziati per il nuovo assessorato fanno seguito ai 48mila dello scorso anno, spesi per ampliare lo staff del sindaco. Al contrario, si continua a tagliare sul sociale. Se è vero che ci sono voci che fanno riferimento agli aiuti per le famiglie finanziati in passato dal governo, i tagli riguardano anche altri capitoli, come ad esempio l’acquisto dei libri scolastici».

Poi prosegue: «Una giunta fatta di sei assessori mi sembra fin troppo ampia per un Comune come il nostro. È paradossale che in un momento in cui si chiedono sacrifici ai cittadini si preveda una spesa di questo tipo. Penso che anche l’amministrazione potrebbe e dovrebbe fare sacrifici, magari con qualche ora di lavoro in più ma spendendo meno».

E allora dice: «Invito la giunta Perazzetti a ripensarci». Ciavattella poi torna anche sull’ultimo consiglio comunale: «Ancora una volta sono stati usati toni aggressivi nei confronti miei, dei colleghi di opposizione ma anche del consigliere Lucio D’Anteo, ormai ghettizzato dalla sua stessa maggioranza». Tra le altre cose, il Pd ha pubblicato anche una nota a riguardo sui suoi canali social, ripercorrendo le scelte della passata amministrazione. (a.d.s.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: