attualità

Anziano muore schiacciato dal trattore 

anziano-muore-schiacciato-dal-trattore 

Antonio Gialloreto, 81 anni, stava smontando le ruote del mezzo quando il cric ha ceduto. Oggi pomeriggio i funerali 

TOLLO . La tragedia a Tollo è avvenuta nel giorno della festa dei lavoratori. Antonio Gialloreto, 81 anni, è morto sabato mentre stava eseguendo interventi di manutenzione sul suo trattore, all’interno di un magazzino in via Casale Gervasio. Il cric con cui aveva sollevato il mezzo agricolo, un vecchio Antonio Carraro, ha improvvisamente ceduto e lui è rimasto schiacciato. Per l’uomo non c’è stato scampo: è morto sul colpo.

A lanciare l’allarme è stata la moglie Elodia, poco dopo le 16 quando, non vedendolo rientrare in casa, si è recata nel garage e si è trovata davanti alla scena. Prima di quel momento la donna non si era preoccupata più di tanto, perché il marito era solito rientrare tardi per pranzare. Fino ad una certa ora, quindi, non aveva dato peso più di tanto a quel suo mancato ritorno nell’abitazione. Con il passare delle ore, però, si è insospettita ed è andata a cercarlo. Così ha fatto la scoperta. Sulla dinamica non ci sono stati dubbi sin da subito: l’agricoltore in pensione stava togliendo le ruote al trattore, ne aveva rimossa già una e stava lavorando per smontare la seconda quando il mezzo si è sganciato dal cric. Sul posto sono intervenuti in pochi minuti i carabinieri della compagnia di Ortona, della stazione di Tollo, il 118 ed i vigili del fuoco del distaccamento di Ortona. I soccorritori non hanno potuto far altro che accertare la morte dell’anziano. Nella zona si sono radunate anche diverse persone, richiamate dall’arrivo delle forze dell’ordine. La notizia della morte di Gialloreto si è presto diffusa in paese, lasciando tutta la comunità senza parole.

Proprio per celebrare il primo maggio, il Comune aveva organizzato per lo stesso pomeriggio un dibattito in via telematica un confronto con esperti intitolato “Lavoro dignità”, con la partecipazione di esperti e membri di associazioni di categoria, per parlare del lavoro che c’è, di quello che è stato perso e che va creato.

Dopo gli accertamenti del caso la salma è stata riconsegnata ai familiari. Oltre alla moglie Elodia, l’uomo lascia i figli Gabriella e Sandro. Quest’ultimo è conosciuto in paese anche per essere un membro dell’associazione Rievocazione storica battaglia Turchi e Cristiani di Tollo, il sodalizio che ha espresso pubblicamente la propria vicinanza all’associato.

Oggi si tengono i funerali: la cerimonia è prevista alle 16 nella chiesa Maria Santissima Assunta di Tollo. L’appello è al rispetto delle normative sanitarie per evitare pericoli di diffusione del Covid-19.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: