Redazione

Giulianova, ‘gravi irregolarità rilevate dai Revisori dei Conti’

RSS Before Content X

Giulianova. “Il Collegio dei Revisori dei Conti nella Relazione allo schema di rendiconto dell’esercizio 2020 approvato dalla Giunta Comunale di Giulianova, ha affermato al punto 10 (‘i𝘳𝘳𝘦𝘨𝘰𝘭𝘢𝘳𝘪𝘵𝘢̀ 𝘯𝘰𝘯 𝘴𝘢𝘯𝘢𝘵𝘦, 𝘳𝘪𝘭𝘪𝘦𝘷𝘪, 𝘤𝘰𝘯𝘴𝘪𝘥𝘦𝘳𝘢𝘻𝘪𝘰𝘯𝘪 𝘦 𝘱𝘳𝘰𝘱𝘰𝘴𝘵𝘦’) che: ‘… 𝘕𝘦𝘭 𝘤𝘰𝘳𝘴𝘰 𝘥𝘦𝘭𝘭’𝘢𝘯𝘯𝘰 2020 𝘪𝘭 𝘊𝘰𝘭𝘭𝘦𝘨𝘪𝘰 𝘩𝘢 𝘱𝘳𝘦𝘴𝘦𝘯𝘵𝘢𝘵𝘰 𝙖𝙡 𝙋𝙧𝙚𝙨𝙞𝙙𝙚𝙣𝙩𝙚 𝙙𝙚𝙡 𝘾𝙤𝙣𝙨𝙞𝙜𝙡𝙞𝙤 𝘾𝙤𝙢𝙪𝙣𝙖𝙡𝙚 𝙪𝙣 𝙧𝙚𝙛𝙚𝙧𝙩𝙤 𝙨𝙪 𝙜𝙧𝙖𝙫𝙞 𝙞𝙧𝙧𝙚𝙜𝙤𝙡𝙖𝙧𝙞𝙩𝙖̀ 𝙙𝙞 𝙜𝙚𝙨𝙩𝙞𝙤𝙣𝙚 𝘳𝘪𝘧𝘦𝘳𝘪𝘵𝘪 𝘢𝘭 𝘮𝘢𝘯𝘤𝘢𝘵𝘰 𝘷𝘦𝘳𝘴𝘢𝘮𝘦𝘯𝘵𝘰 𝘥𝘦𝘭𝘭’𝘪𝘮𝘱𝘰𝘴𝘵𝘢 𝘥𝘪 𝘴𝘰𝘨𝘨𝘪𝘰𝘳𝘯𝘰. 𝘕𝘦𝘭𝘭’𝘪𝘯𝘤𝘦𝘳𝘵𝘦𝘻𝘻𝘢 𝘯𝘰𝘳𝘮𝘢𝘵𝘪𝘷𝘢 𝘪𝘯 𝘮𝘢𝘵𝘦𝘳𝘪𝘢 𝘥𝘪 𝘳𝘦𝘢𝘵𝘰 𝘱𝘦𝘯𝘢𝘭𝘦 (𝘱𝘦𝘤𝘶𝘭𝘢𝘵𝘰) 𝘴𝘪 𝘳𝘢𝘤𝘤𝘰𝘮𝘢𝘯𝘥𝘢 𝘶𝘯𝘢 𝘮𝘢𝘨𝘨𝘪𝘰𝘳𝘦 𝘢𝘵𝘵𝘦𝘯𝘻𝘪𝘰𝘯𝘦 𝘢𝘭𝘭’𝘪𝘮𝘱𝘰𝘴𝘵𝘢 𝘥𝘪 𝘴𝘰𝘨𝘨𝘪𝘰𝘳𝘯𝘰, 𝘯𝘦𝘭𝘭𝘢 𝘷𝘦𝘳𝘪𝘧𝘪𝘤𝘢 𝘥𝘪 𝘵𝘢𝘭𝘦 𝘢𝘥𝘦𝘮𝘱𝘪𝘮𝘦𝘯𝘵𝘰 𝘤𝘩𝘦 𝘱𝘶𝘰̀ 𝘪𝘯𝘨𝘦𝘯𝘦𝘳𝘢𝘳𝘦 𝘪𝘭 𝘮𝘢𝘯𝘤𝘢𝘵𝘰 𝘦𝘴𝘦𝘳𝘤𝘪𝘻𝘪𝘰 𝘥𝘦𝘭𝘭𝘢 𝘱𝘳𝘰𝘤𝘦𝘥𝘶𝘳𝘢 𝘥𝘪 𝘳𝘪𝘴𝘤𝘰𝘴𝘴𝘪𝘰𝘯𝘦 𝘤𝘰𝘢𝘵𝘵𝘪𝘷𝘢’”.

Lo hanno dichiarato, in una nota congiunta, 𝗜𝗹 𝗖𝗶𝘁𝘁𝗮𝗱𝗶𝗻𝗼 𝗚𝗼𝘃𝗲𝗿𝗻𝗮𝗻𝘁𝗲, 𝗠𝗼𝘃𝗶𝗺𝗲𝗻𝘁𝗼 𝟱 𝗦𝘁𝗲𝗹𝗹𝗲, 𝗥𝗶𝗳𝗼𝗻𝗱𝗮𝘇𝗶𝗼𝗻𝗲 𝗖𝗼𝗺𝘂𝗻𝗶𝘀𝘁𝗮, 𝗔𝗿𝘁𝗶𝗰𝗼𝗹𝗼 𝗨𝗻𝗼, 𝗣𝗮𝗿𝘁𝗶𝘁𝗼 𝗖𝗼𝗺𝘂𝗻𝗶𝘀𝘁𝗮 𝗜𝘁𝗮𝗹𝗶𝗮𝗻𝗼, 𝗦𝗶𝗻𝗶𝘀𝘁𝗿𝗮 𝗜𝘁𝗮𝗹𝗶𝗮𝗻𝗮, 𝗣𝗮𝗿𝘁𝗶𝘁𝗼 𝗦𝗼𝗰𝗶𝗮𝗹𝗶𝘀𝘁𝗮 𝗜𝘁𝗮𝗹𝗶𝗮𝗻𝗼, 𝗜𝗻𝗱𝗶𝗽𝗲𝗻𝗱𝗲𝗻𝘁𝗶 𝗱𝗶 𝗦𝗶𝗻𝗶𝘀𝘁𝗿𝗮, precisando che nel 𝗩𝗲𝗿𝗯𝗮𝗹𝗲 𝗻. 𝟭𝟯 𝗱𝗲𝗹 𝟬𝟰/𝟬𝟱/𝟮𝟬𝟮𝟭, il Collegio conferma: “… 𝘭’𝘖𝘳𝘨𝘢𝘯𝘰 𝘥𝘪 𝘙𝘦𝘷𝘪𝘴𝘪𝘰𝘯𝘦 𝘩𝘢 𝘳𝘪𝘭𝘦𝘷𝘢𝘵𝘰 𝘨𝘳𝘢𝘷𝘪 𝘪𝘳𝘳𝘦𝘨𝘰𝘭𝘢𝘳𝘪𝘵𝘢̀ 𝘤𝘰𝘯𝘵𝘢𝘣𝘪𝘭𝘪 𝘪𝘯 𝘮𝘦𝘳𝘪𝘵𝘰 𝘢𝘭𝘭𝘢 𝘳𝘪𝘴𝘤𝘰𝘴𝘴𝘪𝘰𝘯𝘦 𝘥𝘢 𝘱𝘢𝘳𝘵𝘦 𝘥𝘦𝘪 𝘨𝘦𝘴𝘵𝘰𝘳𝘪 𝘥𝘦𝘭𝘭𝘦 𝘴𝘵𝘳𝘶𝘵𝘵𝘶𝘳𝘦 𝘵𝘶𝘳𝘪𝘴𝘵𝘪𝘤𝘩𝘦 𝘥𝘦𝘭𝘭𝘢 𝘳𝘪𝘴𝘤𝘰𝘴𝘴𝘪𝘰𝘯𝘦 𝘦 𝘷𝘦𝘳𝘴𝘢𝘮𝘦𝘯𝘵𝘰 𝘥𝘦𝘭𝘭’𝘪𝘮𝘱𝘰𝘴𝘵𝘢 𝘥𝘪 𝘴𝘰𝘨𝘨𝘪𝘰𝘳𝘯𝘰. … 𝘴𝘪 𝘦̀ 𝘳𝘪𝘤𝘩𝘪𝘢𝘮𝘢𝘵𝘢 𝘭’𝘢𝘵𝘵𝘦𝘯𝘻𝘪𝘰𝘯𝘦 𝘥𝘦𝘭𝘭’𝘌𝘯𝘵𝘦 𝘢𝘭 𝘤𝘰𝘯𝘵𝘳𝘰𝘭𝘭𝘰 𝘦 𝘷𝘦𝘳𝘪𝘧𝘪𝘤𝘢 𝘥𝘪 𝘵𝘢𝘭𝘦 𝘢𝘥𝘦𝘮𝘱𝘪𝘮𝘦𝘯𝘵𝘰”.
“Questi ‘𝗽𝗲𝘀𝗮𝗻𝘁𝗶 𝗿𝗶𝗹𝗶𝗲𝘃𝗶’ – aggiungono -, riferiti al rispetto di doveri ed obblighi previsti dal vigente “Regolamento comunale per l’istituzione ed applicazione dell’imposta di soggiorno”, peraltro inediti nella storia dei bilanci comunali, impongono 𝗶𝗺𝗺𝗲𝗱𝗶𝗮𝘁𝗶 𝗰𝗵𝗶𝗮𝗿𝗶𝗺𝗲𝗻𝘁𝗶 𝗱𝗮 𝗽𝗮𝗿𝘁𝗲 𝗱𝗲𝗹𝗹𝗲 𝗔𝘂𝘁𝗼𝗿𝗶𝘁𝗮̀ 𝗰𝗼𝗺𝘂𝗻𝗮𝗹𝗶. Pertanto chiediamo: che 𝙨𝙞 𝙥𝙤𝙧𝙩𝙞𝙣𝙤 𝙖 𝙘𝙤𝙣𝙤𝙨𝙘𝙚𝙣𝙯𝙖 𝙙𝙚𝙡𝙡𝙖 𝙘𝙞𝙩𝙩𝙖𝙙𝙞𝙣𝙖𝙣𝙯𝙖 𝙞 𝙘𝙤𝙣𝙩𝙚𝙣𝙪𝙩𝙞 𝙙𝙚𝙡 “𝙧𝙚𝙛𝙚𝙧𝙩𝙤” che il Collegio dei Revisori ha presentato al Presidente del Consiglio Comunale.  Se ci sono stati gli adempimenti previsti dal Regolamento Comunale da parte di tutti i gestori delle strutture ricettive, responsabili della riscossione dell’imposta di soggiorno. Quali sono stati i provvedimenti adatti dall’assessore al bilancio, dal sindaco e dagli organi preposti del Comune in ordine di controllo, all’accertamento, alle sanzioni e alla riscossione coattiva previsti dallo specifico Regolamento comunale. Riteniamo che tra i fondamentali di una sana amministrazione dell’Ente, al momento messa in discussione dal Collegio dei Revisori, oltre all’onestà, al rispetto degli impegni presi con gli elettori, alla coerenza della rappresentanza con la volontà popolare (… 𝘯𝘰𝘯 𝘯𝘦 𝘱𝘢𝘳𝘭𝘪𝘢𝘮𝘰 … ), vi sia la massima trasparenza amministrativa dell’agire quotidiano, requisito quest’ultimo sinora messo sotto i piedi”.

“Valuteremo, con la serietà che muove ogni nostro passo nell’esame delle vicende amministrative locali (sempre più ingarbugliate), l’inoltro degli atti alle Autorità competenti, 𝙘𝙤𝙣𝙛𝙞𝙙𝙖𝙣𝙙𝙤 𝙖𝙡𝙩𝙧𝙚𝙨𝙞̀ 𝙘𝙝𝙚 𝙞𝙣 𝘾𝙤𝙣𝙨𝙞𝙜𝙡𝙞𝙤 𝘾𝙤𝙢𝙪𝙣𝙖𝙡𝙚, al più presto, si faccia piena luce su questa preoccupante vicenda”, concludono.

.

RSS After Content X

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: