cronaca

Corruzione, arrestato il sindaco di Foggia Franco Landella (Lega). Sotto inchiesta anche la moglie

corruzione,-arrestato-il-sindaco-di-foggia-franco-landella-(lega).-sotto-inchiesta-anche-la-moglie

Con l’accusa di corruzione e tentata concussione il sindaco dimissionario di Foggia Franco Landella (Lega) è stato arrestato e posto ai domiciliari nell’ambito di un’inchiesta eseguita dalla polizia di Stato e dagli agenti dello Sco – Servizio Centrale Operativo.

Nella stessa indagine sono coinvolti anche la moglie Iolanda Daniela Di Donna (dipendente comunale, fino a due settimane fa lavorava nell’ufficio di gabinetto del sindaco) raggiunta da una misura di interdizione dai pubblici uffici, e anche i consiglieri comunali Antonio Capotosto e Dario Iacovangelo, oltre a un imprenditore edile.

Per questi ultimi sono scattati gli arresti domiciliari. Gli stessi devono rispondere del reato di corruzione.  Inoltre, il sindaco Landella è anche accusato del reato di tentata concussione nei confronti di un altro imprenditore operante nel settore della pubblica illuminazione.

Nell’inchiesta è coinvolto anche l’ex presidente del Consiglio comunale Leonardo Iaccarino, che ora si trova ai domiciliari perché già arrestato lo scorso 30 aprile per i reati di corruzione, tentata indizione indebita e peculato, finito sotto i riflettori per le pistolettate esplose dal balcone di casa a Capodanno riprese dal figlio in un video diventato virale.

“Non è una barzelletta”: così sparava dal balcone a Capodanno il consigliere arrestato a Foggia

Il primo maggio scorso Landella e la moglie subirono una perquisizione domiciliare nel corso della quale vennero sequestrati i loro  telefoni cellulari e la somma di 7mila euro che proprio l’ex cittadino giustificò parlando del “salvadanaio dei figli”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: