cronaca

L’amicizia con Salvini e l’eredità di voti del suocero: chi è Franco Landella, il sindaco arrestato a Foggia

l’amicizia-con-salvini-e-l’eredita-di-voti-del-suocero:-chi-e-franco-landella,-il-sindaco-arrestato-a-foggia

Franco Landella (ansa)

La città capitale della disattenzione d’Italia, in cui da mesi si è insediata una commissione ministeriale che sta valutando lo scioglimento dell’amministrazione per infiltrazioni mafiose, era guidata dal leghista con con tutti i partiti del centrodestra nel curriculum. Che secondo gli inquirenti chiedeva una tangente dicendo: “Trecentomila euro o mando tutto a puttane”

3 minuti di lettura

“Trecentomila euro o mando tutto a puttane”. Benvenuti a Foggia, la capitale della disattenzione di Italia. In questi anni tutti – la politica, parte della magistratura, dei media, delle forze di polizia – hanno fatto finta di non vedere quello che stava accadendo in questo pezzo d’Italia, come se fosse qualcosa che non li riguardasse. A Foggia saltavano più saracinesche che nel resto d’Italia? Pazienza.

Questo contenuto è

riservato agli abbonati

1€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Tutti i contenuti del sito

3,50 €/settimana

Attiva Ora

Tutti i contenuti del sito, il quotidiano e gli allegati in digitale

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: