cronaca

Cittadinanza onoraria al magistrato ucciso

cittadinanza-onoraria-al-magistrato-ucciso

FANO ADRIANO. Il Comune di Fano Adriano ha annunciato che conferirà la cittadinanza onoraria e successivamente l’intestazione di un luogo del paese al magistrato di origini teramane Girolamo…

FANO ADRIANO. Il Comune di Fano Adriano ha annunciato che conferirà la cittadinanza onoraria e successivamente l’intestazione di un luogo del paese al magistrato di origini teramane Girolamo Minervini ucciso in un attentato delle Brigate Rosse il 18 marzo 1980 a Roma il giorno dopo aver assunto l’incarico di direttore generale degli istituti di prevenzione e pena al Ministero di giustizia. Nel prossimo consiglio comunale verrà avviato l’iter per i riconoscimenti. Una decisione assunta dal sindaco Luigi Servi e dall’amministrazione comunale raccogliendo l’appello che lo storico e giornalista Sandro Galantini ha fatto ai sindaci del Teramano per intitolare una via, una struttura o una piazza che finora non c’è a «un eroe dimenticato» come lo definisce lo stesso Galantini. «Con tanta emozione e altrettanto coinvolgimento raccolgo l’appello di Galantini», ha spiegato Servi, «e ci attiveremo da subito affinchè l’amministrazione comunale che ho l’onore di presiedere attivi tutte le procedure per onorare il nostro magistrato e la sua memoria. Un dovere morale e civile di noi teramani per un eroe della nostra terra che ha sacrificato la sua vita per le istituzioni».(a.d.f.)

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: