cronaca

Funivia Stresa-Mottarone, cade una cabina: 13 morti e due bambini gravi

funivia-stresa-mottarone,-cade-una-cabina:-13-morti-e-due-bambini-gravi

E’ precipitata una cabina dalla funivia Stresa-Mottarone nel Verbano con a bordo almeno 15 persone. I morti, secondo le testimonianze del 118 e deisoccorritori sarebbero 13. Due bambini in gravi condizioni sono stati trasportati all’ospedale Regina Margherita di Torino. Il primo bambino di 5 anni ha riportato trauma cranico, toraco-addominale e fratture agli arti inferiori. Sarebbe cosciente. Uno dei bambini feriti a Stresa è intubato ed è stato sottoposto a un massaggio cardiaco di 6 minuti al pronto soccorso dell’ospedale Regina Margherita. L’altro bambino è in prognosi riservata in Rianimazione. La sindaca di Stresa, Marcella Severino, è sul luogo dell’incidente: “I testimoni hanno visto la cabina arretrare velocemente e poi all’altezza del pilone si è  scarrucolata ed è stata sbalzata giù”.

Stresa-Mottarone, le immagini della cabina precipitata

La funivia che collega Stresa con il Mottarone è precipitata: le vittime sono tredici. Sul posto sono presenti squadre dei vigili del fuoco e del soccorso alpino. Sulla cabina della funivia Stresa-Mottarone precipitata, che a pieno carico potrebbe portare 40 persone, ce n’erano almeno 15. Due bambini sono stati portati in codice rosso, con le eliambulanze, a Torino. L’incidente sarebbe stato causato dal cedimento di una fune, nella parte più alta del tragitto che, partendo dal lago Maggiore arriva a quota 1.491 metri.

Leggi l’articolo di Cristina Palazzo

Ci sono 5 persone tra le lamiere della cabina e gli altri sparsi attorno. Devono ancora essere identificati. Forse la causa è la lacerazione di una fune ma è ancora presto per dirlo.

(ansa)

Il crollo improvviso

La cabina della funivia è crollata poco prima delle 13. Non si conoscono ancora le cause ma la cabina, arrivata in prossimità dell’ultimo pilone, quindi in uno dei punti più alti del tragitto verso la montagna nei pressi del Lago Maggiore, è caduta, forse per il cedimento di una fune.

Precipita funivia Stresa-Mottarone, i soccorritori nei pressi della cabina caduta

I soccorsi

Le squadre di soccorso sono arrivate sul posto del crollo della funivia, c’è voluto tempo per individuare il punto in cui è caduta, perché la zona sottostante è impervia. Sul luogo dell’ incidente, le squadre del Soccorso Alpino e Speleologico sono ancora al lavoro insieme ai Vigili del Fuoco e ai Carabinieri. Nella salita verso il Mottarone un camion dei vigili del fuoco si è ribaltato, ma nessuno fra i soccorritori si sarebbe fatto male. Sono state chiuse le strade che portano in vetta.

(ansa)

I testimoni

Tragedia a Stresa, la testimonianza: “Scesa dalla funivia qualche ora prima. Piango per le vittime”

La funvia

La funivia che raggiunge quota 1491 metri è stata rimessa in funzione il 24 aprile dopo il lockdown. Tra il 2014 e il 2016 l’impianto era stato chiuso e la ditta Leitner di Vipiteno lo aveva rinnovato, con una spesa complessiva di quattro milioni, effettuando il collaudo. La funivia compie un tragitto di una ventina di minuti dal lago al Mottarone e ogni 20 minuti parte una nuova corsa.

(ansa)

La funivia ha sostituito il 1° agosto 1970 la vecchia ferrovia a cremagliera che era stato inaugurata nel 1963. Costruita in tre anni, collega in due tronchi il “Lido” di Stresa, di fronte all’Isola Bella, al Mottarone, la montagna che sorge tra il Lago Maggiore e il Lago d’Orta. Durante l’inverno viene utilizzata dagli sciatori, molti da Milano, per raggiungere le diciassette piste tra 1491 e 1270 metri.

Ma è frequentatissima anche senza neve – il New York Times nel 1954 aveva inserito il Mottarone tra i dieci panorami più belli al mondo, con la vista sul lago, le Isole Borromee e le Alpi circostanti – per salire al giardino botanico Alpinia, e da qualche anno per la pista su rotaia Alpyland, con gli slittini, oltre al trekking, al parapendio e alle discese in mountain bike.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: