cronaca

I tanti amici del ciclismo per l’ultimo saluto a Luca 

i-tanti-amici-del-ciclismo per-l’ultimo-saluto-a-luca 

Pratola Peligna, celebrati i funerali del 47enne morto per un malore nel cantiere Il ricordo del parroco: «Ha sacrificato parte della sua vita per donarsi agli altri»

PRATOLA PELIGNA. C’era il sole ieri pomeriggio a battere forte sulla facciata del santuario di Pratola Peligna e c’era tanta gente in chiesa e nella piazza raccolta in silenzio per dare l’ultimo saluto a Luca Puglielli, il 47enne morto per un improvviso malore mentre stava lavorando in un cantiere sulla statale 17 nei pressi di Popoli.

Un addio commovente e sentito quello tributato al giovane appassionato di ciclismo. C’erano i suoi ragazzi, quelli ai quali stava insegnando ad andare in bicicletta e che ieri l’attendevano alla presentazione della scuola di ciclismo della Peligna Bike Franco Spinosa, nel centro sportivo della Magneti Marelli di Sulmona in qualità di responsabile tecnico mountain bike.

Ma un destino avverso ha voluto che Luca volasse in cielo insieme ai palloncini azzurri che i suoi ragazzi hanno lanciato in aria all’uscita della bara dalla chiesa. Prima era stato il parroco padre Renato Frappi a ricordare la figura di Luca: «Dove c’era qualcuno che avesse bisogno di aiuto lui era presente. Infatti, Luca era persona sempre molto disponibile ad aiutare gli altri, ad accogliere, a sacrificare parte del suo tempo e della sua vita per donarsi per gli altri e questo è cosa grande».

In mattinata anche il vescovo Michele Fusco, molto colpito dalla tragica fine di Puglielli, ha voluto raggiungere la casa funeraria Di Luzio dove era stata composta la salma per pregare per lui e per portare una parola di conforto alla moglie Rosanna e ai figli Gianluca e Giulia, e alla sorella Catia, responsabile del Tribunale del malato della Valle Peligna. All’uscita del santuario della Madonna della Libera la bara è stata accolta da un applauso e da uno striscione realizzato dai ragazzi della Gravity Academy di Pratola: «Ciao Luca sarai sempre nei nostri cuori». (c.l.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: