attualità

Nardella: corsa a sindaco, c’è anche Fuiano 

nardella:-corsa-a-sindaco,-c’e-anche-fuiano 

Il coordinamento di Azione lancia la proposta: dobbiamo puntare su competenze e professionalità

VASTO. «Nino Fuiano candidato sindaco di Vasto in Azione? Perché no?». A ventilare tale possibilità è il coordinamento territoriale del partito di Carlo Calenda che ha deciso di essere presente alle prossime elezioni amministrative con una propria lista. «Non nascondo l’immenso piacere nel vedere la lista di Vasto in Azione presentarsi al confronto con altri progetti politici validi e magari mettere anche a disposizione un proprio dirigente, nella persona di Fuiano per la candidatura a sindaco», dichiara l’avvocato Paolo Nardella, delegato per la composizione delle liste di Vasto, Lanciano e Francavilla, «le sue competenze, non solo organizzative, sono indiscusse». Nardella, in ogni caso, non preclude nessuna possibilità di confronto, ed invita tutte le forze politiche del territorio a confrontarsi su metodi e programmi. «Chi, ancora oggi, tifa per una bandiera a prescindere dai contenuti e dalle competenze», aggiunge, «non potrà sicuramente far frutto di un gran lavoro nella ricerca di competenze e professionalità». Insomma, Azione vuole avere un ruolo da protagonista alle prossime amministrative, ma la ventilata ipotesi di avere un proprio candidato sindaco nella persona del dirigente scolastico Fuiano, diventato da poco coordinatore cittadino del partito, ha lasciato tutti alquanto perplessi. Fuiano è, infatti, fra i fondatori della aggregazione civica La Buona Stagione che punta sull’ex giudice di pace Alessandra Notaro, in procinto oggi di presentare candidati e proposte programmatiche. L’appuntamento è alle 11 allo Zanzibar della Marina. La stessa Notaro ha avuto nei giorni scorsi parole di apprezzamento per la nascita di Vasto in Azione. «Adesso è il momento del fare», continua l’avvocato Nardella, «a breve sarà presentato il programma da sottoporre ai cittadini di Vasto, un programma frutto di una attenta analisi che ha tenuto conto non solo delle necessità di questa splendida città, purtroppo sempre poco valorizzata, ma anche e soprattutto della fattibilità delle idee che saranno proposte».

«Per Azione ciò che conta davvero sono i risultati, che si possono raggiungere solo con chi realmente è in grado di fare, e non con chi è bravo solo a portare voti», aggiunge il coordinatore provinciale Giovanni Luciano, «il curriculum personale e politico dei potenziali candidati sarà uno degli elementi di valutazione più importante, solo dopo si deciderà se condividere o meno il percorso politico». (a.b.)

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: