cronaca

Nuova scuola pronta a fine giugno: 25 classi ospiteranno 650 studenti 

nuova-scuola-pronta-a-fine-giugno: 25-classi-ospiteranno-650-studenti 

Orto botanico, laboratori, biblioteca per insegnanti: lavori in dirittura d’arrivo nell’ex deposito Scav Nella struttura da oltre 7 milioni di euro traslocherà parte dei ragazzi dell’istituto Corradini-Fermi

di Federica Di Marzio

AVEZZANO. Lavori in dirittura d’arrivo nella nuova scuola di via Puglie ad Avezzano. L’edificio, pronto a ospitare circa 650 alunni, è stato quasi completato: gli operai stanno procedendo con le ultime rifiniture interne (montaggio delle scalinate e degli infissi) e il cantiere potrebbe essere riconsegnato alla città già a fine giugno. Il nuovo complesso scolastico in zona Ponte Romano, realizzato nel sito dell’ex deposito Scav, ospiterà per 10 classi una scuola primaria e per le restanti 15 una scuola secondaria di primo grado, andando a sostituire parte dell’edificio scolastico Mazzini-Fermi di via Corradini. L’intervento ammonta a oltre 7 milioni di euro.

ECCO COM’È. Disposto su tre livelli, il complesso scolastico di via Puglie è stato costruito con tecniche e materiali all’avanguardia, senza trascurare il totale abbattimento delle barriere architettoniche per una scuola davvero a misura di tutti. Gli ambienti colorati e luminosi ben si sposano con una struttura che guarda al futuro sia dal punto di vista formativo che da quello energetico. L’edificio, infatti, per gran parte alimentato ad energia elettrica è dotato di pannelli solari. Oltre a 25 aule standard per le lezioni, e due aule ridotte per il sostegno, i 650 alunni potranno contare su 5 laboratori, una biblio-mediateca, un auditorium e una palestra per le attività sportive al chiuso.

ORTO BOTANICO. La vera novità, però, è rappresentata dal tetto dell’aula magna che è stato rivestito con uno strato di erba. Si tratta del cosiddetto prato armato pensato per un orto botanico, mentre la zona esterna circostante sarà attrezzata con una palestra all’aperto. Le pareti della aule, ognuna da 26 posti, sono state inoltre insonorizzate. Completano gli interni 5 stanze e una biblioteca esclusivamente riservate agli insegnati. Il pavimento interno è completamente rivestito da una moquette in plastica che riesce a garantire anche una certa igiene delle superfici, così come le pareti dei bagni totalmente sanificabili. Il tutto per ambienti più salubri. L’impianto di illuminazione è dotato di sensori di movimento per cui le luci dei corridoi, dei bagni e degli ambienti comuni si accendono e si spengono all’occorrenza nell’ottica del risparmio energetico. Ogni stanza è, infine, dotata di un sistema antincendio con allarme vocale. Mentre all’esterno ci saranno anche due aree laterali destinate ai parcheggi: una riservata al personale e l’altra ai genitori.

QUANTO COSTA. Il costo complessivo dell’intervento, realizzato dall’impresa Cobar di Altamura, ammonta a 7 milioni e 200mila euro interamente a carico dei fondi ricostruzione. Il completamento della scuola di via Puglie rientra nell’ambito del programma di adeguamento del patrimonio di edilizia scolastica della città avviato dalla prima amministrazione guidata dal sindaco Gianni Di Pangrazio. In particolare, si tratta del decimo intervento portato a termine, per un totale di circa 2.700 alunni, su 20 scuole che complessivamente contano una popolazione scolastica di oltre 4mila ragazzi. Grazie a quest’ultima opera, altri 650 alunni potranno salutare il prossimo anno scolastico in un edificio sicuro e all’avanguardia. Soddisfazione è stata espressa dal dirigente all’Edilizia scolastica, Antonio Ferretti, «per questo nuovo fiore all’occhiello che sta per aggiungersi al rinnovato patrimonio scuole della città». Un mese fa il taglio del nastro della nuova scuola primaria di via Pertini che oggi ospita 350 alunni dei plessi di via Fucino e via Garibaldi da anni sgomberati perché insicuri.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: