pescara

CORONAVIRUS»ABRUZZO: le novità

coronavirus»abruzzo:-le-novita

Iter semplificato per richiedere il Superbonus, Spid con delega per gli utenti più anziani e costi zero per chi richiede certificati in formato digitale.Sono diverse le novità inserite nel decreto…

Iter semplificato per richiedere il Superbonus, Spid con delega per gli utenti più anziani e costi zero per chi richiede certificati in formato digitale.

Sono diverse le novità inserite nel decreto Semplificazioni approvato dal governo che interessano i cittadini e il loro rapporto con gli enti pubblici, dai Comuni alla Regioni. Ecco nel dettaglio le novità principali.

SUPERBONUS. Il decreto Semplificazioni mette il turbo ai cantieri per i lavori rientranti nel Superbonus del 110 per cento, con il fine di favorire l’efficientamento energetico degli edifici e rendere pienamente operativa un’agevolazione rimasta al palo per le complicazioni burocratiche.

Niente più verifica di doppia conformità: basterà solo la comunicazione di inizio lavori asseverata (Cila), come avviene per gli altri bonus fiscali. Fatta eccezione per le demolizioni e le ricostruzioni degli immobili, gli interventi saranno realizzabili mediante Cila.

La comunicazione di inizio lavori asseverata ridurrà i tempi per accedere alla documentazione degli archivi edilizi dei Comuni che in genere sono di 3 mesi per ogni immobile. Di fatto, con le ultime novità, il Superbonus 110% viene equiparato a tutti gli altri bonus fiscali, a tutti gli altri crediti di imposta edilizi e, in particolare, al bonus facciate del 90%.

LA DIGITALIZZAZIONE. Il decreto Semplificazioni punta sulla digitalizzazione nel rapporto tra cittadini e pubblica amministrazione ed interviene anche sulle modalità di utilizzo delle credenziali Spid (l’identità digitale). Per aiutare gli anziani ad utilizzare i servizi digitali, il governo ha introdotto la delega allo Spid: sarà possibile effettuare l’accesso al servizio per conto di un’altra persona in possesso delle credenziali.

La delega si può effettuare in via telematica oppure in forma cartacea e può essere utile per diverse operazioni: dalla dichiarazione dei redditi, al consulto del fascicolo sanitario elettronico passando per il green pass per Covid-19.

DATABASE UNICO. Niente più moduli da compilare poi per ogni ente pubblico con cui ci si interfaccia. Come da decreto la pubblica amministrazione non potrà richiedere ai cittadini informazioni che sono già state fornite. Prevarrà il principio dell’interoperabilità dei dati, che significa database condivisi tra le diverse amministrazioni. Il governo ha in programma di emanare delle linee guida valide per tutta la pubblica amministrazione e di estendere l’uso della piattaforma digitale nazionale dati, sistema che semplifica lo scambio di informazioni nel pubblico.

NIENTE MARCA DA BOLLO. Tornando al rapporto tra cittadini e pubblica amministrazione, il decreto prevede l’esenzione dal versamento dell’imposta di bollo di 16 euro e dei diritti di segreteria per i certificati richiesti online. Tutti i certificati richiesti in modalità telematica, da quelli anagrafici a quelli relativi alla residenza, saranno rilasciati gratuitamente e senza il pagamento delle imposte da parte del cittadino richiedente. L’obiettivo è agevolare l’accesso digitale ai servizi per favorire lo sviluppo di pubblica amministrazione senza carta.

FIBRA OTTICA. Tagliati i tempi per le autorizzazioni all’istallazione di nuove infrastrutture di comunicazione elettronica. Parliamo di impianti per telefonia fissa o mobile da installare negli immobili pubblici e privati. Rispetto ai tempi per il via libera si passa da sei mesi a 90 giorni. Il che dovrebbe agevolare la posa, ad esempio, della fibra ottica e anche l’installazione delle infrastrutture 5G nel Paese.

GREEN PASS. Le certificazioni verdi per Covid (green pass) saranno disponibili per i cittadini nel loro fascicolo sanitario elettronico (Fse). Saranno emessi dalla piattaforma nazionale Dcg intorno a metà giugno. Il pass dovrebbe essere disponibile anche sull’App Immuni.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: