cronaca

Discoteche in pressing per riaprire a luglio. E c’è chi minaccia “O faremo da noi”

discoteche-in-pressing-per-riaprire-a-luglio.-e-c’e-chi-minaccia-“o-faremo-da-noi”

Nell’Italia che riparte, che si avvia a colorarsi tutta di bianco (ad eccezione della Valle D’Aosta) a metà giugno, gli unici a non esultare sono i gestori delle discoteche. Chiuse da 10 mesi a causa della pandemia da coronavirus e senza una data per la ripartenza. Per ora le uniche attività consentite sono quelle di ristorazione: le sale da ballo possono funzionare come bar, ristoranti, locali, location per gli spettacoli dal vivo, si possono sorseggiare alcolici, cenare, ascoltare dj set ma assolutamente non ballare.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: