cronaca

Sottanelli: il mio sostegno a Nugnes 

sottanelli:-il-mio-sostegno-a-nugnes 

Verso il voto, l’ex deputato civico e il Pd smentiscono di essere in trattativa

ROSETO. Il tempo stringe per le elezioni amministrative a Roseto, previste tra settembre e ottobre, e la campagna elettorale si infiamma. In tanti cercano alleanze, tra cui il Partito democratico, e tra i vari incontri pare ce ne sia stato uno tra il commissario del Pd locale Simone Tacchetti, il segretario provinciale Piergiorgio Possenti e l’ex deputato Giulio Sottanelli; ma sia Possenti sia Sottanelli smentiscono categoricamente. «Si mettono in giro voci per screditarmi», precisa Sottanelli, «non vedo Possenti da oltre un anno. Io sono una persona limpida e chiara e sto lavorando sul territorio solo per lo spazio civico guidato da Mario Nugnes, che lavora da tempo ormai con un progetto chiaro e sicuramente verrà supportato da quattro liste». Anche il segretario provinciale del Pd nega l’incontro. «Non vedo Sottanelli da tempo», aggiunge Possenti, «noi continuiamo a lavorare per allargare la coalizione e per il momento andiamo avanti con la ricandidatura di Sabatino Di Girolamo».

Tra i 5 stelle indiscrezioni danno una possibile candidatura a sindaco dell’ambientalista Marco Borgatti, presidente delle Guide del Borsacchio, ma per l’onorevole Valentina Corneli sono solo voci senza riscontro. «Abbiamo contattato Borgatti per una possibile alleanza», dice Corneli, «ma non per la candidatura a sindaco. Siamo aperti ad allargare la nostra coalizione, ma Borgatti dovrebbe avere una posizione chiara. Stessa cosa il Partito democratico, con il quale ci siamo incontrati ma sicuramente non accetteremo nell’eventualità di una coalizione la candidatura di Di Girolamo. Noi comunque andiamo avanti insieme a Rosaria Ciancaione e le sue liste, e tra 15 giorni, 20 al massimo, ufficializzeremo il nostro candidato sindaco».

Attualmente dunque ancora non c’è nulla di definito né in termini di coalizioni né per i candidati sindaci, ma facendo una proiezione ci potrebbe essere una corsa a cinque o sei candidati con Di Girolamo per il Pd (o un altro candidato nel caso di coalizione allargata), Nugnes con lo spazio civico, Tommaso Ginoble che agisce nell’ombra ma pare abbia già quattro liste pronte, Rosaria Ciancaione per la coalizione tra 5 stelle, Un’altra Idea di Roseto 21.0 e Roseto Progressista e Coraggiosa, e infine un candidato sindaco per il centrodestra (o due?) che dovrebbe uscire dal tavolo regionale, rinviato già tre volte.( l.v.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA .

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: