cronaca

Gara per la piscina Appello a favore della Rosetana nuoto 

gara-per-la-piscina appello-a-favore della-rosetana-nuoto 

I firmatari: «Continuare il cammino intrapreso da Celommi» A fine giugno si scoprirà la vincitrice fra le tre contendenti

ROSETO. «Non lasciamo che la piscina venga gestita da chi non è nato con essa, non lasciamo che ciò che è stato creato con dedizione e sacrificio venga sprecato». È l’appello di diversi cittadini in favore della Rosetana nuoto, la società che ha voluto la piscina a Roseto grazie all’impegno di Giuseppe Celommi e dei suoi soci e che l’ha gestita per 20 anni, affinché la futura gestione per i prossimi 15 anni possa restare nelle mani della società locale.

Il Comune, così come ha fatto per il PalaMaggetti, ha dovuto prevedere un bando per la gestione della piscina comunale, struttura a rilevanza economica: inizialmente erano previsti 5 anni più eventuali 10 secondo una promessa del sindaco Sabatino Di Girolamo, ma poi si è deciso di proporre una gestione di 15 anni a 3mila euro l’anno. Per il momento sono state aperte solo le buste delle offerte e ce ne sono 3, tra le quali quella della Rosetana Nuoto, (oltre all’Ssd Italica di Roma e la Virtus Buonconvento di Poggibonsi) e a breve, probabilmente all’inizio della prossima settimana, verranno aperte le offerte tecniche che dovranno essere giudicate da una commissione. Successivamente saranno aperte le offerte economiche e dunque per sapere a chi sarà affidata la gestione della piscina bisognerà attendere la fine di giugno.

«La Rosetana nuoto da anni istituzione per Roseto, fin dal 1975 ha cresciuto generazioni di ragazzi che si sono avvicendati, uniti dalla passione per il nuoto», si legge nella nota dei cittadini, che continua: «Fondata dal campione Giuseppe Celommi e dai suoi soci Leo Tarquini, Lucio Foglia, Domenico Ruggieri e Carlo Persiani, che da sempre hanno coltivato con dedizione e impegno i fondamenti saldi e istruttivi di cui possano avverarsi la comunità, fin dalla prima infanzia. La Rosetana nuoto è un valore aggiunto per la collettività, tanto da divenire un supporto alla nostra cittadina. Ci auguriamo di continuare il cammino intrapreso con ognuno di loro, infondendo nei giovani i saldi valori dello sport, dell’agonismo, della condivisione. Lasciamo che i giovani possano continuare a crescere con gli stessi valori».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: