pescara

CHIETI, SCATTA DIVIETO VENDITA BEVANDE IN VETRO E LATTINA: ORDINANZA FINE SETTIMANA

chieti,-scatta-divieto-vendita-bevande-in-vetro-e-lattina:-ordinanza-fine-settimana

CHIETI – Sarà firmata nei prossimi giorni dal sindaco di Chieti, Diego Ferrara, un’ordinanza che vieta la vendita di bevande in lattine e in vetro, a tutela delle nuove normative sull’ordine pubblico scattate con la zona bianca.

Il consumo sarà consentito sul posto, o in contenitori di materiali diversi.

“Alla luce delle nuove direttive nazionali e regionali per la gestione e il contenimento della pandemia e in sinergia con le raccomandazioni della Prefettura di Chieti a tutela della pubblica incolumità, l’Amministrazione invita la cittadinanza a un comportamento responsabile e rispettoso delle necessarie misure per evitare assembramenti e contagi – spiegano il sindaco Ferrara e l’assessore al Commercio Manuel Pantalone – È nostra intenzione non intervenire con misure più restrittive di quelle vigenti in termini di orari, al fine di consentire l’auspicata ripresa al comparto economico cittadino”.

“Come detto e in sinergia con le forze dell’ordine faremo però controlli e porremo in essere quanto necessario a rendere la vita serale cittadina vivibile e sicura. Al tal proposito a breve provvederemo a emanare un’ordinanza che vieterà la vendita di bevande in lattine nel fine settimana (dal venerdì alla domenica compresi), che avrà efficacia per tutta la stagione estiva”.

“Si tratta di una misura resa necessaria dall’esigenza di evitare problemi di pubblica incolumità, nonché bivacchi e risse: bibite in vetro e lattina, potranno essere vendute, ma consumate sul posto, o in contenitori non a rischio e di materiali diversi da quelli vietati”.

“Confidiamo nella piena collaborazione degli esercenti, sottolineando però che ci saranno controlli e multe per chi non rispetterà tali regole, così pure come intensificheremo controlli anche che sia rispettato il divieto di vendita di alcolici ai minori su tutto il territorio della città. Un giro di vite necessario a tutelare il tempo libero di tutti e a fare in modo che la zona bianca sia un’opportunità per tutti: per chi a lungo non ha potuto svolgere attività economiche e per chi a lungo non ha potuto frequentare liberamente locali e ristoranti della città, ma potrà ora farlo tenendo presenti queste piccole ma importanti regole”, concludono.

RIPRODUZIONE RISERVATA


    Ti potrebbe interessare:

    Rispondi

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: