cronaca

Cerimonia per i martiri pennesi 

cerimonia-per-i-martiri-pennesi 

MONTORIO AL VOMANO. L’Anpi di Montorio ha ricordato ieri pomeriggio il 77esimo anniversario dell’eccidio dei martiri pennesi con una commemorazione nel monumento a loro dedicato dinanzi al cimitero, il luogo dove furono barbaramente fucilati dai fascisti della Repubblica sociale. I nomi dei quattro lavoratori (Regolo Antosa, Corradino Astolfi, Isidoro Di Donato e Michele Marini) sono riecheggiati tra la commozione generale dei partecipanti che hanno portato il tricolore e dei fiori. Un episodio che allora sconvolse la popolazione montoriese, ma che per anni è stato dimenticato. Solo dopo oltre vent’anni i quattro corpi furono recuperati in una fossa comune da Amerigo Di Donato e ora riposano insieme nel cimitero di Roccafinadamo.

Erano presenti, oltre ai tesserati dell’Anpi, anche il segretario della sezione locale del Pd Mario Tertulliani ed Elena Minervini per il gruppo “Montorio Millenials”. «L’eccidio dei martiri pennesi è una storia dimenticata nel tempo», ha detto Sabrina Evangelista, presidente dell’Anpi Montorio, «è nostra intenzione riscoprire questo evento così tragico che sconvolse tutta la cittadinanza per la violenza perpetrata su persone inermi e innocenti».(a.d.f.)

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: