pescara

Distretto sanitario, finalmente c’è la data: apertura il 2 agosto 

distretto-sanitario, finalmente-c’e-la-data: apertura-il-2-agosto 

La struttura inaugurata ad aprile 2019 offre solo alcuni servizi Ieri la riunione tra Comune e vertici Asl per il trasferimento 

di Antonella Luccitti

MONTESILVANO. Un mese esatto a partire da oggi. È questo il tempo che gli utenti di Montesilvano dovranno attendere e che la Asl avrà a disposizione per completare il trasferimento di tutti i servizi, dal vecchio al nuovo distretto sanitario di base. Dopo tanta attesa, sembra che dal 2 agosto i montesilvanesi potranno dire per sempre addio alla disagevole sede di corso Umberto e recarsi nella nuova struttura di via D’Agnese per qualsiasi esigenza sanitaria. Ad annunciare la data ufficiale dell’apertura totale del distretto sono stati ieri mattina i vertici della Asl che hanno incontrato l’amministrazione comunale e i rappresentanti delle sigle sindacali, che da tempo sollecitano il completamento del presidio sanitario.

Presenti alla riunione, oltre al sindaco Ottavio De Martinis e agli assessori Paolo Cilli e Sandra Santavenere, il segretario provinciale di Cgil Pescara Luca Ondifero, il segretario pensionato Spi Cgil di Montesilvano Salvatore Colangelo, il segretario pensionati Cisl Pescara Ezio Guidi, il responsabile pensionati Cisl Montesilvano Gaetano Mambella, il segretario pensionati Uil Montesilvano Costantino Rapattoni. A riferire in merito alla struttura per la Asl, invece, sono stati la responsabile del distretto sanitario Rita Mazzocca e il direttore amministrativo generale Vero Michitelli. «L’incontro è stato importante per fissare l’apertura e il trasferimento dei servizi, dal distretto attualmente situato in corso Umberto al nuovo di via D’Agnese», evidenzia il primo cittadino. «La Asl ha dettato i tempi del trasloco, che inizierà nei prossimi giorni per tutti gli uffici. L’apertura confermata dalla Asl è prevista per il 2 agosto con la possibilità di ampliare i servizi già esistenti, questione già sollevata più volte in passato dal sottoscritto e auspicata da tempo anche dall’assessore alla Sanità Nicoletta Verì».

Attualmente nel nuovo distretto, inaugurato ad aprile 2019, sono stati trasferiti solo alcuni servizi, come il consultorio e le vaccinazioni, mentre la maggior parte degli ambulatori sono tuttora attivi in corso Umberto. «Tra 15 giorni», anticipa l’assessore alla Sanità Cilli, «convocheremo un’ulteriore riunione per discutere insieme il piano dei servizi da istituire nel nuovo distretto sanitario e per valutare eventuali proposte da parte dei sindacati. Siamo certi che Montesilvano finalmente, dopo oltre 20 anni di attesa, ad agosto avrà il suo distretto». Tra i temi affrontati durante la riunione, anche il potenziamento della medicina territoriale e delle case della salute, luoghi dove si programmano le attività e si erogano i servizi territoriali sociali e sanitari integrati. Inoltre, è stata valutata anche la questione del rilascio delle tessere sanitarie per gli immigrati, argomento già trattato nel tavolo per l’Integrazione convocato due settimane fa dall’assessore Santavenere. Sembra ormai imminente, dunque, il completamento del distretto la cui storia è lunga 26 anni: era il 1995, infatti, quando venne elaborato un primo progetto per la realizzazione dell’opera pubblica.

Nel maggio 2003, la Regione deliberò uno stanziamento di un milione e 252 mila euro (al quale si aggiunsero 720mila euro di fondi comunali e un successivo finanziamento statale di 620 mila euro), ma solo nel 2010 avvenne la posa della prima pietra.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: