cronaca

La consigliera Ruggieri: «Il sindaco mi ignora e penalizza Scerne»

la-consigliera-ruggieri:-«il-sindaco-mi-ignora-e-penalizza-scerne»

Quando c’è uno strappo politico i malumori a volte sopiti escono tutti fuori. È il caso della consigliera comunale di Italia Viva Marina Ruggieri (nella foto) che in una nota se l’è presa con il…

Quando c’è uno strappo politico i malumori a volte sopiti escono tutti fuori. È il caso della consigliera comunale di Italia Viva Marina Ruggieri (nella foto) che in una nota se l’è presa con il primo cittadino Robert Verrocchio scrivendo: «Mi sono candidata con entusiasmo e voglia di fare per il mio paese. Il sindaco non mi ha mai permesso di fare nulla continuando ad asserire che “non capisco”, offendendo me e i miei elettori. Mi sento accantonata come donna, madre giovane e lavoratrice che per l’impegno verso i cittadini ha fatto enormi sacrifici. Donne che il sindaco poco considera privilegiando scelte e considerazioni maschiliste. Non ho mai avuto deleghe perché secondo lui non ero all’altezza, snobbata dal primo giorno. Sono amareggiata e delusa, come prima esperienza è stata terribile. Per non parlare del fatto che la mia frazione di Scerne, la più popolosa, rimane ora senza un assessorato. La prima ripercussione è arrivata subito annullando il primo di diversi appuntamenti concordati per Scerne a partire da domenica 4 luglio. Questo è il sindaco di tutti. Complimenti». La risposta di Verrocchio non è tardata ad arrivare: «A Scerne come in altri luoghi della città gli eventi non possono essere organizzati se non dopo un attento esame delle nuove linee di protocollo al vaglio in questi giorni. Quanto all’insinuazione che per Scerne non ci siano più rappresentanti, ci sono ben due consiglieri che vivono in quella frazione e non serve essere assessori per lavorare per il territorio». In ultimo il sindaco si rivolge direttamente alla Ruggieri: «Mi accusi di essere maschilista e di averti dato dell’incapace. Mi pare ovvio che persone non in grado di guidare la cosa pubblica non le avrei volute nella mia lista, sarebbe stato un autogol. Denigrare mentendo non è né elegante, né utile». ( d.f.)

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: