cronaca

Quattro feriti nello schianto: l’ennesimo sulla Marruviana 

quattro-feriti-nello-schianto: l’ennesimo-sulla-marruviana 

La strada di San Benedetto dei Marsi è tra quelle al centro di vivaci polemiche Solo pochi giorni fa il vertice in prefettura: si attende una maggiore vigilanza

SAN BENEDETTO DEI MARSI. È di quattro feriti il bilancio di un incidente stradale avvenuto ieri, intorno alle 8.30, alle porte di San Benedetto dei Marsi. Si tratta dell’ennesimo schianto sulle strade della Marsica e il terzo all’ingresso del comune fucense nel giro di poche settimane. Incidenti, alcuni gravi o mortali, che hanno fatto scattare l’allarme sicurezza per le strade del comprensorio, finite per questo al centro di apre polemiche sollevate dei sindaci del territorio e degli ultimi incontri convocati in prefettura all’Aquila proprio sulla sicurezza stradale. L’ennesimo incidente, probabilmente per una mancata precedenza, si è verificato all’incrocio tra la Circonfucense e via Giovenco alle porte di San Benedetto. Nello schianto sono rimasti coinvolti due furgoni. Quattro i feriti finiti tutti al pronto soccorso dell’ospedale di Avezzano per trauma cranico. Si tratta di H.A., 27 anni di nazionalità russa, M.V. (48), originario di Formia, E.D.G. (23) e R.M. (18) entrambi di Avezzano. Sul posto sono intervenute due ambulanze, il 118 di Pescina e l’Avis di Trasacco. Dopo gli accertamenti al pronto soccorso, tre feriti sono stati dimessi; solo il conducente di uno dei furgoni è stato trattenuto in pronto soccorso per ulteriori approfondimenti. I rilievi sono stati eseguiti dai carabinieri di Trasacco, agli ordini del luogotenente Armando Croce, che stanno cercando di ricostruire la dinamica per accertare responsabilità.

Una vera emergenza sicurezza sulle strade della Marsica, con sei vittime e decine di feriti in appena un mese e mezzo. Schianti con auto e moto che hanno riacceso inevitabilmente i riflettori sui pericoli e le discussioni tra Comuni, Provincia, Anas e prefettura. L’ultimo incontro in prefettura, chiesto e ottenuto dai sindaci della Marsica, risale a cinque giorni fa. I punti evidenziati durante il tavolo sono stati sostanzialmente due: si è parlato di intervento della Regione in aiuto dei Comuni che non riescono a garantire in autonomia la sicurezza sulle proprie strade, mentre dovrà essere cura della Provincia assicurare la manutenzione necessari sulle tratte di competenza. Il prefetto ha assicurato maggiore vigilanza.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: