cronaca

Rischia di annegare, salvato dai soccorsi 

rischia-di-annegare,-salvato-dai-soccorsi 

La corrente porta al largo un 35enne che ingoia acqua. Lo trasportano a riva un militare e due bagnine, interviene il 118

GIULIANOVA. Tragedia sfiorata ieri pomeriggio nel tratto di mare antistante lo stabilimento Jamming di Giulianova, dove un 35enne del posto, M.V., ha rischiato di annegare. In quel momento il vento da sud ha determinato una particolare e insidiosa corrente: probabilmente sono da ricercare in questo fatto i motivi delle difficoltà incontrate dall’uomo, che è stato involontariamente trasportato diversi metri oltre il limite delle acque sicure dove, tra l’altro, non si tocca nemmeno in punta di piedi.

Ad accorgersi del pericolo in cui versava l’uomo è stato un militare, Daniele Ceglie, con un passato da provetto bagnino. Il militare si è tuffato immediatamente, mentre tutta la scena veniva seguita dalla madre di M.V. Assieme a Ceglie sono entrate in acqua le due bagnine della società di salvamento Costa Sicura, Benedetta Russo e Solomya Fedirko che, grazie al pattino di salvataggio, hanno raggiunto la zona del pericolo e hanno così reso un ottimo supporto all’uomo tuffatosi in soccorso. Nel frattempo il titolare dello stabilimento, Aldo De Ascentiis, ha allertato il 118. Poco dopo è giunta sul posto un’ambulanza con personale sanitario, che ha provveduto a praticare le prime operazioni di soccorso. Il trentacinquenne, che ha ingoiato acqua, è stato trasportato al pronto soccorso dell’ospedale di Giulianova ormai fuori pericolo. Francesco D’Antonio, presidente di Costa Sicura, lancia un appello: «Occorre molta attenzione e tanta cautela quando si va al mare».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: