pescara

Ma i residenti non ci stanno: «Il problema esiste dal 2013, vanno rispettate le norme»

ma-i-residenti-non-ci-stanno:-«il-problema-esiste-dal-2013,-vanno-rispettate-le-norme»

«Il problema dei rumori in piazza Muzii esiste ormai dal 2013 e non comprendiamo perché se ne debba parlare ancora. Non ci interessa più. Quello che ci preme è il rispetto delle norme». Taglia corto…

«Il problema dei rumori in piazza Muzii esiste ormai dal 2013 e non comprendiamo perché se ne debba parlare ancora. Non ci interessa più. Quello che ci preme è il rispetto delle norme». Taglia corto Federico Di Filippo (nella foto), referente del comitato dei residenti Tranquillamente Battisti, da sempre sul piede di guerra contro la movida del distretto del food and beverage più grande d’Abruzzo.

«Ognuno è libero di portare avanti le proprie iniziative», dice ancora, riferendosi all’indagine fonometrica commissionata dai gestori dei locali della zona. «La materia è molto complessa e articolata. A questo punto noi attendiamo gli eventi, staremo a guardare cosa accadrà e le decisioni che verranno prese con la prossima ordinanza, anche alla luce di questa iniziativa. Ma i problemi restano, sono sotto gli occhi di tutti e vanno affrontati». Sebbene rimasti insoddisfatti anche dall’ultima ordinanza (entrata in vigore lo scorso 8 luglio, fino al 24, con cui è stata concessa mezz’ora in più alle attività nel fine settimana), in vista del nuovo provvedimento che scatterà da domenica prossima, i residenti decidono di non avanzare nessuna richiesta in termini di orario.

«Non abbiamo mai dato indicazioni in passato e non lo faremo neanche adesso», ribadisce Di Federico. «Quello che valgono per noi sono le norme. I problemi continuano ad essere presenti e riguardano esclusivamente il rumore che è assolutamente intollerabile. Le criticità che ci sono vanno affrontate». (m.pa.)

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: