cronaca

Scanno incentiva il lavoro agile per frenare lo spopolamento

SCANNO. Abitazioni e spazi condivisi per lavorare a Scanno, come in qualsiasi altro luogo del mondo, grazie alla piattaforma Hq Village. Partecipare a una riunione o incontrare virtualmente un…

SCANNO. Abitazioni e spazi condivisi per lavorare a Scanno, come in qualsiasi altro luogo del mondo, grazie alla piattaforma Hq Village. Partecipare a una riunione o incontrare virtualmente un cliente, mentre dalla finestra si intravedono le acque del lago a forma di cuore non è più un sogno. L’amministrazione comunale, infatti, nell’ambito delle iniziative portate avanti per limitare gli effetti dello spopolamento, ha deciso di aderire al progetto Hq Village, proposto dalla Well Fare srl. Si tratta di una piattaforma digitale, organizzata e gestita nelle sue diverse attività da un gruppo di esperti professionisti, che permette a chiunque di potersi spostare tranquillamente da una parte all’altra dell’Italia, e non solo, continuando a fare il proprio lavoro.

«Le indagini di settore confermavano, già da tempo, la costante crescita della volontà delle aziende di dislocare in realtà diverse dalle città alcuni dei propri settori operativi», ha spiegato l’assessore Francesco Rotolo, «a rendere ancora più solida questa volontà, ha contribuito in modo sostanziale la recente esperienza del Covid che ha provocato una crescita esponenziale dello stesso dato. A favorire tali scelte aziendali, contribuiscono diversi aspetti materiali e immateriali, come ad esempio il costo degli affitti degli immobili nei grandi centri urbani o il desiderio di alcuni collaboratori, sempre più ben disposti e numerosi a lavorare e vivere in località dove la dimensione umana e la qualità della vita possono essere una pratica quotidiana. Proprio per questi motivi Scanno ha deciso di sposare questo progetto che potrà avere delle ricadute e degli effetti nella realtà sociale ed economica locale». (e.b.)

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: