cronaca

Biglietto gratis allo stadio per i giovani che si vaccinano 

biglietto-gratis-allo-stadio per-i-giovani-che-si-vaccinano 

Il Teramo calcio dà una mano alla Asl: darà ingressi omaggio per due partite in ottobre  ai ragazzi tra i 12 e i 26 anni che riceveranno la prima dose tra oggi e il 13 settembre

TERAMO. La Asl e il Teramo calcio alleati contro il coronavirus. È questo il senso della campagna “Se mi vaccino entro gratis”, presentata ieri mattina dal direttore generale dell’azienda sanitaria Maurizio Di Giosia e dal presidente del Teramo calcio Franco Iachini, promotore dell’iniziativa, e che vedrà la società calcistica regalare ai ragazzi tra i 12 e 26 anni che riceveranno la prima dose di vaccino da domani al 13 settembre due biglietti gratis per altrettante partite di campionato del Teramo.

«Si tratta dell’ennesima iniziativa, dopo gli open day e il camper mobile lungo la costa, che come Asl mettiamo in campo per promuovere la vaccinazione», ha detto Di Giosia, «e ci vede alleati con il Teramo calcio nella lotta contro il virus. La campagna si rivolge ai giovani dai 12 ai 26 anni, con l’obiettivo di rendere più sicura la ripresa dell’attività didattica in tutte le scuole di ogni ordine e grado, compresa l’università, e la ripartenza delle attività sportive».

A spiegare i dettagli dell’iniziativa è stato il presidente del Teramo calcio Franco Iachini, che ha detto: «La campagna prevede la consegna di un biglietto omaggio in tribuna per la settima giornata di campionato contro la Viterbese, il 3 ottobre, e per la nona giornata contro il Gubbio, il 17 ottobre, per i ragazzi tra i 12 e i 26 anni che riceveranno la prima dose da domani al 13 settembre. Questo per rispettare le direttive relative al Green pass, obbligatorio per poter accedere allo stadio, che viene rilasciato a partire da 15 giorni dopo la prima dose». Per ottenere il biglietto per le due partite i ragazzi dovranno recarsi al punto vendita del Teramo calcio muniti di documento di riconoscimento e del certificato di avvenuta vaccinazione rilasciato dalla Asl (il punto vendita è disponibile presso il bar della tribuna dello stadio e a breve, come annunciato da Iachini, ne sarà aperto un altro al centro commerciale Gran Sasso) e il giorno del match dovranno presentarsi all’ingresso tribuna dello stadio muniti sempre di documento di riconoscimento e Green pass per accedere con il biglietto che gli verrà consegnato. «Riteniamo che sia un piccolo contributo alla lotta al virus», ha aggiunto Iachini, «sicuramente minimale ma che rappresenta un segnale che chiunque può incentivare la vaccinazione soprattutto tra i giovani». L’iniziativa, inoltre, per il presidente del Teramo rappresenta anche un’occasione per avvicinare sempre più la scuola al calcio, «la cui valenza sociale è molto importante». Iachini, nel ricordare poi come «quest’anno gli stadi riaprono al 50% di capienza dopo due anni di chiusura, il nostroe potrà ospitare tra le cinquemila e le seimila persone», ha evidenziato «lo sforzo importante portato avanti per farci autorizzare l’accesso alle curve sia dei tifosi ospiti che dei tifosi del Teramo anche in mancanza di seggiolini. Le attuali procedure prevedono infatti una disposizione alternata dei posti e noi abbiamo fatto grandi sforzi per farci trovare pronti».(a.m.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA .

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: