cronaca

Perdonanza, tutto pronto per l’apertura della Porta Santa e il rinnovo del Giubileo

perdonanza,-tutto-pronto-per-l’apertura-della-porta-santa-e-il-rinnovo-del-giubileo

La cerimonia dalle 18 con 250 figuranti del corteo statico. Le Messe spostate all’interno delle basilica a causa delle previsioni meteo. GUARDA TUTTO IL PROGRAMMA

L’AQUILA. Tutto pronto per il giorno più importante della 727/a Perdonanza Celestiniana, con l’apertura della Porta Santa in programma alle ore 20 e il rinnovo del Giubileo più antico della storia, voluto da Papa Celestino V con la Bolla del Perdono del 29 settembre 1294.

L’astuccio della Bolla e gli altri simboli della Perdonanza (bastone d’ulivo con stemma civico e Croce del Perdono) sono portati dalle Dame della Bolla (Marianna Capulli), della Croce (Martina Ciccone) e dal Giovin Signore (Federico Santilli), con il sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi, il sottosegretario alla Cultura Lucia Borgonzoni in veste di autorità di governo e altre autorità civili, a partire dalle ore 18 circa, dalla Chiesa di Cristo Re fino alla Basilica di Santa Maria di Collemaggio.

Sono circa 250 i figuranti  disposti ai lati di viale Collemaggio, a fare da corteo statico a dame, giovin signore e autorità civili nel passaggio verso il sagrato di Santa Maria di Collemaggio.

I possessori dei braccialetti possono vedere i figuranti in costume dalle 16,45. Alle 18,15 parte l’unico segmento del corteo “mobile” con a capo il sindaco, la Dama della Bolla (Marianna Capulli), che porta l’astuccio in cui per secoli è stato custodito il prezioso documento del Papa Santo; il Giovin Signore (Federico Santilli) che reca il bastone d’ulivo con cui il Cardinale Feroci percuoterà la Porta Santa della Basilica di Collemaggio per ordinarne l’apertura, dando il via all’indulgenza celestiniana; la Dama della Croce (Martina Ciccone), che porta con sé la croce del Perdono forgiata dall’artista aquilana Laura Caliendo e che sarà poi indossata dal Cardinale Feroci. Arrivato all’interno della Basilica, il primo cittadino leggerà la Bolla del Perdono del Papa Santo Celestino V.

La Messa Stazionale che, al termine del Corteo della Bolla, precede l’apertura della Porta Santa della basilica stessa, viene celebrata all’interno della Basilica di S.Maria di Collemaggio a causa delle condizioni meteorologiche avverse previste per oggi. Anche la messa che anticipa la chiusura della Porta Santa, il 29 agosto, si svolge nella basilica, così come tutte le iniziative religiose in programma nelle 24 ore dell’indulgenza plenaria celestiniana. L’inizio della funzione religiosa è prevista alle 19.

Per il secondo anno consecutivo l’emittente televisiva della Conferenza Episcopale Italiana, Tv2000, trasmette in diretta (dalle ore 19) sia la lettura della Bolla di Celestino V da parte del Sindaco sia la Messa presieduta dal Cardinale Enrico Feroci, che conduce il rito dell’apertura della Porta Santa della Basilica di Santa Maria di Collemaggio. La diretta di Tv2000 è disponibile anche in streaming, dal sito di notizie del Vaticano http://www.vaticannews.va e da Radio Vaticana.

La Bolla originale viene esposta in una teca nella Basilica di Collemaggio a beneficio dei fedeli da stasera a domani (29 agosto).

LE ALTRE INIZIATIVE. Alle 10, alla Sala ipogea del Consiglio Regionale di Palazzo dell’Emiciclo, “Dante Alighieri e Celestino V – Premio Rotary Perdonanza 2021 a Francesco Sabatini (Presidente onorario dell’Accademia della Crusca), a cura del Rotary Club L’Aquila e Rotary Club Gran Sasso d’Italia.

Per quanto riguarda il programma religioso, alle 22, a Collemaggio, Perdonanza dei giovani, degli scout, delle aggregazioni laicali, degli operatori pastorali, con la Santa Messa presieduta Monsingor Lorenzo Leuzzi, vescovo di Teramo-Atri. La liturgia è  animata dai rappresentati dei giovani dell’Arcidiocesi. A conclusione della Messa, veglia nella notte della Perdonanza sul tema “Il salto nel profondo” (fino all’una) a cura del Servizio Diocesano di Pastorale Giovanile e Vocazionale.

Il 29 agosto, alle 6, Perdonanza dei lavoratori, con la  Messa presieduta da don Sergio Nuccitelli S.D.B., Direttore dell’Ufficio Diocesano per la pastorale del lavoro. Alle 7,30, Rosario trasmesso in diretta da Radio Maria. Alle 8 Perdonanza dei religiosi e delle religiose, con la Messa presieduta da Monsignor Gianfranco De Luca, Vescovo di Termoli-Larino. Liturgia animata dal Coro delle Religiose. Alle 10, Perdonanza delle Forze armate e dell’Ordine, con la Messa presieduta da Monsignor Claudio Palumbo, Vescovo di Trivento. Liturgia animata dal Coro della Scuola della Guardia di Finanza. Alle 12, Perdonanza delle famiglie, dei catechisti e dei ragazzi, degli studenti e degli insegnanti, con la Messa presieduta da Monsignor Orlando Antonini, Arcivescovo, Nunzio Apostolico. Liturgia animata dall’Associazione Socioculturale “L’Aquila in Canto”. Alle 16, Perdonanza dei malati e delle confraternite, con il coro della basilica di Collemaggio e la Santa Messa presieduta da Monsignor Giuseppe Molinari, Arcivescovo Emerito di L’Aquila.

Sono in corso le mostre “Piccolo festival di arte contemporanea nel piccolo museo della fotografia”, a cura dell’associazione culturale Scrivere con la luce (palazzo Cipolloni-Cannella, fino al 30 settembre); “Marco Tullio Cicerone” esposizione personale di opere pittoriche (Palazzo Vicentini, dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 22, fino al 29 agosto); Aperitivo in musica a Porta Branconia, a cura di Lights On (Porta Branconia, viale Duca degli Abruzzi, ore 18, fino al 30 agosto); Adozione delle pigotte tradizionali, a cura del comitato provinciale Unicef dell’Aquila (piazza Duomo e via dei Giardini 10, dalle 11 alle 12,30 e dalle 17,30 alle 19, fino al 29 agosto); Riflessi contemporanei di arte sacra aquilana, mostra dei simboli della processione del venerdì santo aquilano (basilica di San Bernardino dalle 8 alle 19 e palazzo Cipolloni Cannella, casa d’aste Gliubich dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 20, fino al 12 settembre); L’Aquila svelata (Casa d’aste Gliubich, dalle 10 alle 13 e dalle 15.30 alle 23, fino al 12 settembre); “Lavorazione del merletto aquilano” a cura dell’associazione Il miracolo bianco delle mani (Palazzetto dei Nobili, fino al 29 agosto); “Lockdown Lookover”, mostra fotografica di Stefano Pettine (palazzo della Cassa di risparmio dell’Aquila in corso Vittorio Emanuele, fino al 30 agosto); Mostra Angiolo Mantovanelli, retrospettiva nel centenario dalla nascita a cura di One Group (One Gallery, via Roma 67, dalle 16 alle 20, fino al 6 settembre).

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: