cronaca

Capri aspetta il green ma la vecchia centrale ha licenza d’inquinare

capri-aspetta-il-green-ma-la-vecchia-centrale-ha-licenza-d’inquinare

CAPRI – Fu presentata come la svolta “energetica” di Capri. Dieci mesi dopo, si scopre che a dispetto dei 250 milioni spesi per l’innovativa centrale Terna e per il doppio cavo dell’alimentazione dalla terraferma, i “signori” della vecchia e fatiscente centrale a gasolio, la Sippic, hanno ottenuto un nuovo via libera. Un ufficio del Comune isolano, sembrerebbe “all’insaputa” della giunta, ha concesso alla Sippic l’autorizzazione per le emissioni inquinanti per i prossimi 15 anni.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: