cronaca

COSA SUCCEDE IN PROVINCIA / Il 1 settembre a Tortoreto la prestigiosa tavola rotonda su “ Agricoltura, Identità, Globalizzazione”

cosa-succede-in-provincia-/-il-1-settembre-a-tortoreto-la-prestigiosa-tavola-rotonda-su-“-agricoltura,-identita,-globalizzazione”

La Bandiera delle Spighe Verdi premia “le località italiane (29 al momento) che favoriscono una agricoltura sostenibile improntata alla preservazione e valorizzazione degli aspetti naturali e  paesaggistici del territorio”.

In occasione dei prestigiosi convegni  organizzati dal Comune di Tortoreto per il riconoscimento della Bandiera delle Spighe Verdi, l’associazione dei ristoratori “Aria Food” in collaborazione con il Gal Terre verdi Teramane, ha organizzato  per MERCOLEDI  1 SETTEMBRE  alle ore 17,30  in piazza Campo della fiera, una prestigiosa  tavola rotonda su: “ Agricoltura, Identità, Globalizzazione”.

Seguiranno alle ore 20,00 una degustazione di prodotti tipici offerti dal “Gal” e alle ore 21,00 il concerto “Terramia: omaggio a Pino Daniele” con il Di Matteo quartet & guest Sabatino Matteucci.

A nome dei nostri produttori e ristoratori associati ringrazio l’Amministrazione Comunale di Tortoreto – afferma Valerio  Di Mattia presidente di “Aria”per aver voluto collegare il giorno della festa anche ad un momento di importante riflessione. E’ indubbio che oggi si sia giunti ad un punto di svolta cruciale per i destini della sostenibilità ambientale locale e per le micro economie di territorio. Tutto questo impianto di valori sociali, produttivi, economici ed anche turistici peculiari è stato preservato sino ad oggi grazie al sistema delle “identità territoriali”. L’Abruzzo può rappresentarsi in larga parte come una meravigliosa regione naturale grazie ad un complesso e sempre più fragile sistema di localismi in grado di preservare l’ambiente aderendo a principi fondati sulla sostenibilità.

La globalizzazione delle economie in atto, tuttavia, pone molti interrogativi  riguardo il futuro. Lo sviluppo del sistema economico mondiale travolge le strutture  produttive tradizionali, i modelli tipici, i valori ambientali locali, gli stessi sistemi legislativi posti a tutela. Ci si chiede quindi come il valore dell’identità territoriale possa essere preservato, riconsiderato e ricollocato all’interno del mondo globalizzato. Quali siano le reali possibilità di rilancio per la nostra regione. La sostenibilità economica, la  tutela delle risorse naturali  rappresentano la vera scommessa per una regione come l’Abruzzo, ancora in bilico tra tentazioni decisamente espansive e salvaguardia dell’ambiente. Abbiamo bisogno di una consapevolezza in più, è necessario comprendere quale sia la migliore via da percorrere con comune senso di equilibrio. Il primo passo è, come sempre, quello del confronto”.

La tavola rotonda , dopo i saluti del Sindaco  Domenico Piccioni e dell’assessore regionale  Emanuele  Imprudente,  vedrà cinque interventi di note personalità della cultura nazionale che proporranno al pubblico il proprio punto di vista affrontando il tema suddetto da diverse prospettive. Interverranno il filosofo Diego Fusaro, il costituzionalista Enzo Di Salvatore, la giornalista Monica Di Sisto, il critico gastronomico Luigi Cremona, il presidente del Gal Terreverdi Teramane Pasquale Cantoro.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: