attualità

Studente universitario sparito da 6 giorni 

studente-universitario-sparito-da-6-giorni 

Antonio Costantino, 34 anni, si è allontanato da casa mercoledì scorso. Non ha documenti né telefono. Denuncia del padre

di Teresa Di Rocco

LANCIANO. Si cerca tra le campagne di Santa Giusta e di Serroni, nei boschi verso il Feltrino e Sant’Apollinare, Antonio Costantino, 34 anni, di Lanciano che si è allontanato da casa mercoledì scorso. Il giovane, che ha problemi psichici, secondo quanto appreso dai carabinieri dal racconto del papà, pensionato, si sarebbe allontanato da casa volontariamente. Un allontanamento che doveva essere temporaneo, perché altre volte il 34enne aveva lasciato l’abitazione senza dare spiegazioni al padre per poi tornare un paio di giorni dopo. Invece questa volta non è stato così: i due giorni sono passati ma Costantino non è tornato. Il padre, preoccupato, sabato ha presentato denuncia ai carabinieri della compagnia di Lanciano che, guidati dal tenente Giuseppe Nestola, hanno subito iniziato le ricerche. Che si sono intensificate ieri quando è scattato il piano di ricerche per le persone scomparse della prefettura che vede la direzione dei vigili del fuoco della provincia di Chieti. A scandagliare le campagne e le aree attorno casa, a Santa Giusta, i vigili del fuoco di Lanciano, di Chieti, carabinieri, protezione civile di Atessa e il gruppo di San Filippo Neri di Lanciano, due cani molecolari, droni del gruppo dei vigili del fuoco dell’Aquila e un elicottero sempre dei pompieri. Presente anche il sindaco Mario Pupillo.

Pantaloncini, torso nudo, senza cellulare né documenti: così si è allontanato da casa Costantino che si sarebbe diretto a valle di Santa Giusta, verso la zona che poi sbuca a Serroni. Ed è lì che le ricerche si sono concentrate, un’area che alterna zone di campagna a boscaglia, ci sono canaloni, caverne e casolari. In uno di questi casolari sono entrate le squadre di soccorso, ma senza esito. Del 34enne nessuna traccia. «È un giovane tranquillo, ama fare passeggiate per le campagne», racconta Adele, «è passato qui davanti casa martedì sera: cuffiette alle orecchie e andatura da passeggio. Ci siamo salutati, poi non l’ho più visto». «Studiava ingegneria elettronica all’università, poi ha iniziato a vivere in un mondo tutto suo», aggiunge un vicino. «Siamo preoccupati, «continua il sindaco Pupillo, «perché la zona è impervia, la vegetazione è fitta in alcuni punti. Ci sono diverse squadre di ricerca in azione, anche il gruppo di Lanciano della protezione civile di San Filippo Neri, coordinate dai vigili del fuoco. Speriamo che tutto possa risolversi al più presto e ci sia un lieto fine».

Capelli castani, barbetta, occhi scuri, 180 centimetri di altezza, magro: questa la descrizione di Costantino. Chiunque abbia segnalazioni da fare si può rivolgere ai carabinieri.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: