cronaca

I docenti dell’Ipsia: «C’è una soluzione, utilizzare aule dell’Einstein in via Sturzo»

In un nuovo comunicato stampa, i docenti dell’istituto superiore Alessandrini-Marino tornano a rivendicare le ragioni delle proteste inscenate nei giorni scorsi e scrivono: «In prima persona abbiamo…

In un nuovo comunicato stampa, i docenti dell’istituto superiore Alessandrini-Marino tornano a rivendicare le ragioni delle proteste inscenate nei giorni scorsi e scrivono: «In prima persona abbiamo rappresentato il pericolo che, in mancanza di decisioni chiare ed eseguite rapidamente, per certo si sarebbero aggravate le evidenti problematicità dell’inizio di un anno scolastico, che segue ai due inficiati dall’epidemia, soprattutto per l’istituto professionale “Marino”, legato com’è all’attività da svolgersi nei laboratori organizzati e funzionanti in via San Marino». Secondo i docenti

«le nostre ragioni sono state fatte proprie dal competente responsabile politico per l’edilizia scolastica, consigliere provinciale Luca Frangioni e dal responsabile ingegnere tecnico Francesco Ranieri, i quali hanno predisposto un’idea progettuale che permetterebbe in tempi brevi di far utilizzare aule dell’antica sede in via Sturzo – adiacente al Marino – del liceo scientifico

“Einstein”, ora trasferitosi in viale Bovio, ultimando il trasloco della segreteria nell’ex Comi ristrutturato, così riunita con tutto il resto della comunità scolastica che serve». I docenti dell’Alessandrini- Marino auspicano che non ci siano in città «resistenze ulteriori, almeno fino alla verifica compiuta dell’idea progettuale già predisposta alla cui realizzazione saremo attenti e partecipi».

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: