cronaca

I giocattoli, i complici e il jet da Lugano: ecco il piano del nonno per rapire Eitan

i-giocattoli,-i-complici-e-il-jet-da-lugano:-ecco-il-piano-del-nonno-per-rapire-eitan

Sabato mattina: due giorni prima dell’inizio della scuola elementare. Un bambino orfano sopravvissuto a una strage esce col nonno con la promessa di andare a comprare dei giocattoli in un centro commerciale di Pavia e invece, dopo un viaggio in macchina oltre il confine svizzero di Chiasso, viene imbarcato su un aereo privato che decolla da Lugano e lo porta a Tel Aviv.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: