cronaca

Viale Roma a pezzi, parte l’opera di riqualificazione 

viale-roma-a-pezzi,-parte l’opera-di-riqualificazione 

Lo annuncia il sindaco: verrà rimesso a nuovo il tratto fino a via Thaulero C’è un progetto per i punti critici della ciclabile, da Cologna fino alla zona sud

di Luca Venanzi

ROSETO. «Su viale Roma a breve, credo nei primi giorni di ottobre al massimo, partiranno i lavori, e per la ciclabile c’è un progetto con le migliorie da fare in alcuni tratti critici del nostro territorio comunale». Ad annunciarlo è il sindaco Sabatino Di Girolamo, che nei giorni scorsi ha avuto una riunione a distanza con i progettisti della ciclovia adriatica dove ha ricordato le criticità del tratto di Roseto, ovvero Cologna Spiaggia, la riserva del Borsacchio e il tratto più a sud, nei pressi del porticciolo. Dal 2018 infatti i cittadini e i turisti hanno la possibilità di andare da Roseto a Cologna Spiaggia senza passare sulla statale 16, ma nel tratto che va da Roseto sud, via Tamigi, fino al ponte ciclopedonale sul fiume Tordino a Cologna Spiaggia, ci sono diversi punti critici. «Noi non abbiamo potuto contare sui ribassi d’asta, circa 500mila euro», precisa Di Girolamo, «perché la Regione ce li ha ritirati, e dunque abbiamo dovuto provvedere a realizzare 10 chilometri di pista ciclabile con un milione e mezzo di euro. Ora c’è un progetto per migliorare i tratti critici. Le Marche sono la regione capofila, comunque siamo fiduciosi che le risorse possano essere destinate a breve». A Roseto bisognerà intervenire sicuramente a Cologna Spiaggia, dove il tratto che passa su via del Sottopassaggio, via degli Acquaviva e via Bozzino, il più pericoloso di tutta la pista ciclabile di Roseto, sarà eliminato e spostato vicino al mare; la pista sarà poi ricollegata al lungomare centrale. Un altro tratto critico è quello della riserva del Borsacchio, dove è previsto un asfalto ecologico, e infine c’è il tratto sud, vicino alle scogliere nei pressi del porticciolo, che sarà rivisto. C’è però un’altra criticità. Sulla rotonda nord a ogni pioggia forte il piccolo tratto di ciclabile che arriva davanti al lido Mediterraneo si trasforma in un vero e proprio fiume, e anche lì si dovrebbe prevedere un intervento risolutivo.

«Per questi interventi però dovremo attendere», aggiunge Di Girolamo, «mentre per viale Roma no. Sarà riqualificato il primo tratto, che va dalla rotonda nord a viale Thaulero». I lavori, finanziati con 170mila euro derivanti da un prestito, prevedono la riqualificazione del tratto da piazza Ponno fino a via Thaulero con il rifacimento delle aiuole presenti e delle aree parcheggio poste al loro interno, la sostituzione dei cordoli deteriorati e la posa di un nuovo tappeto erboso; inoltre è prevista la realizzazione di un impianto di irrigazione, il rifacimento delle strisce pedonali, un nuovo asfalto e il ripristino dei pozzetti a dispersione esistenti. «Sui lavori pubblici abbiamo fatto tanto in questi cinque anni», conclude Di Girolamo, «intercettando anche finanziamenti a fondo perduto per gli interventi contro il dissesto idrogeologico per 10 milioni di euro, e inoltre stiamo concludendo la palestra di Cologna Spiaggia, i nuovi loculi al cimitero di Roseto, la nuova caserma per la guardia di finanza, gli asfalti e abbiamo avviato i lavori al pontile».

Sono stati affidati inoltre nei giorni scorsi alla ditta Euroedil Tre di Roseto, per un importo di 11.880 euro, i lavori per la posa in opera dei marmi nei nuovi loculi del cimitero di Roseto capoluogo, e la ditta Holzholf di Trento, per un importo di 50.826 euro, si occuperà della posa in opera di attrezzature sportive nel parco Savini e nel parco Patrizi.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: