cronaca

Gli alpini celebrano i loro caduti e don Ciotti parla agli scout

gli-alpini-celebrano-i-loro-caduti e-don-ciotti-parla-agli-scout

ISOLA DEL GRAN SASSO. È stato un altro fine settimana di eventi molto partecipati nel santuario di San Gabriele. Dopo il Giubileo dei ministranti, ragazzi e ragazze che prestano servizio liturgico…

ISOLA DEL GRAN SASSO. È stato un altro fine settimana di eventi molto partecipati nel santuario di San Gabriele. Dopo il Giubileo dei ministranti, ragazzi e ragazze che prestano servizio liturgico nelle parrocchie, che si è svolto sabato, ieri al santuario di Isola del Gran Sasso è arrivato don Luigi Ciotti, il prete fondatore del gruppo Abele e dell’associazione Libera, conosciuto da tutti per il suo impegno nella lotta alla mafia e l’aiuto a ragazzi con disagi sociali. Don Ciotti ha dialogato con i ragazzi abruzzesi dell’Agesci, l’associazione degli scout cattolici, che si sono radunati al santuario a partire da sabato.

Ieri mattina la chiesa nuova del santuario si è riempita di circa 300 alpini abruzzesi e dei loro familiari, che hanno commemorato i caduti di tutte le guerre e in particolare quelli di Selenyj Yar, il “quadrivio insanguinato” nella steppa in cui il battaglione alpini L’Aquila nel Natale ’42 si sacrificò per coprire la ritirata del corpo d’armata. Era presente il 99enne Valentino Di Franco, ultimo reduce di quella battaglia.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: