pescara

Via alle lezioni in presenza per oltre seimila studenti 

via-alle-lezioni-in-presenza per-oltre-seimila-studenti 

Green pass, distanziamenti e mascherine per il ritorno a scuola in piena sicurezza Novità per l’istituto di Villa Verrocchio dove è previsto il trasferimento di 5 classi

di Antonella Luccitti

MONTESILVANO. Sono circa 6.000 gli studenti montesilvanesi che oggi torneranno sui banchi per affrontare un nuovo anno scolastico ai tempi del Covid. Nel dettaglio, sono circa 4.500 i bambini che frequenteranno le scuole dell’infanzia, primarie e secondarie dei cinque istituti comprensivi della città adriatica, a cui si aggiungono circa 1.500 studenti più grandi che animeranno i due istituti superiori presenti a Montesilvano: il liceo scientifico Corradino D’Ascanio e l’istituto Alessandrini.

Anche quest’anno, alla vigilia del suono della prima campanella, i dirigenti scolastici e gli insegnanti, in collaborazione con il Comune di Montesilvano, e in particolare con il vice sindaco con delega all’istruzione Paolo Cilli, per le scuole di competenza, sono stati indaffarati con la predisposizione di classi, spazi e disposizioni interne per consentire un rientro in classe il più sicuro possibile soprattutto in materia di prevenzione da Covid. Ecco allora come si sono organizzate le scuole della città.

TROIANO DELFICO. Come accaduto lo scorso anno, anche quest’anno l’istituto del centro potrà contare su un locale privato in affitto all’interno della galleria Europa 2, sulla sala Di Giacomo di Palazzo Baldoni e sui locali dell’ex asilo nido di via Foscolo per i bambini della scuola dell’infanzia per i quali, tuttavia, l’amministrazione comunale è a caccia di nuove soluzioni.

VILLA VERROCCHIO. L’unica novità in programma per l’istituto è quella che interesserà 5 classi della scuola primaria di via Reno che, entro la fine di settembre o i primi giorni di ottobre, saranno trasferite nella nuova scuola di via Adda dove sono in via di completamento i lavori per la realizzazione del secondo piano.

DIREZIONE DIDATTICA. Anche per quanto riguarda gli studenti della scuola di via Lazio e di via Campo Imperatore, la situazione sarà pressoché identica a quella dell’anno scorso, grazie all’affitto di locali in via Valle d’Aosta. Per il plesso di via Campo Imperatore, tuttavia, l’amministrazione sta cercando risorse per la realizzazione della palestra.

IGNAZIO SILONE. Per i primi mesi dell’anno sarà sempre il Pala Dean Martin a ospitare tre classi delle scuola media di Villa Carmine. L’amministrazione, tuttavia, ha acquistato dei container che consentiranno, nel corso dell’anno scolastico, di riportare le scolaresche nel piazzale della sede di via San Gottardo.

GIANNI RODARI. Nessuna esigenza particolare, invece, è pervenuta al Comune dai vari plessi dell’istituto dislocato lungo la via Vestina, i cui bambini torneranno in classe senza alcuna novità in termini di spazi.

ISTITUTI SUPERIORI. Il liceo scientifico D’Ascanio, che conta circa 800 studenti e che da quest’anno sarà diretto da Filomena Mammarella (in sostituzione di Danila De Angelis), tonerà in classe seguendo le indicazioni della prefettura volte a non gravare sul servizio di trasporto pubblico. Metà delle 38 classi entrerà alle 8 e uscirà alle 13, mentre l’altra metà osserverà l’orario 9,15 – 14,15. Stessa strategia anti-Covid adottata nell’istituto Alessandrini diretto da Maria Teresa Di Donato dove i circa 700 studenti utilizzeranno 5 ingressi e i percorsi prestabiliti, per metà entrando in classe alle 8,15 e per l’altra metà alle 9,15, con uscite sfalsate conseguentemente alle 13,15 e alle 14,15.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: