cronaca

Alluvione di Genova, la presidente del tribunale di Sorveglianza si astiene sui servizi sociali all’ex sindaca, perchè il negozio della madre aveva subito danni

alluvione-di-genova,-la-presidente-del-tribunale-di-sorveglianza-si-astiene-sui-servizi-sociali-all’ex-sindaca,-perche-il-negozio-della-madre-aveva-subito-danni

Ci ha pensato per l’intero fine settimana. Alla fine Clara Guerello, presidente del Tribunale di Sorveglianza  di Genova chiamata a decidere se concedere all’ex sindaca Marta Vincenzi i Servizi Sociali, come pena alternativa alla condanna a tre anni patteggiata in Cassazione per disastro, omicicidio colposo plurimo e falso per l’alluvione del 2011 in cui persero la vita sette persone, ha deciso di astenersi. Non se l’è sentita di pronunciarsi nei confronti dell’ex sindaca di Genova.

Il motivo? La mamma di Clara Guerello aveva subito danni al suo negozio durante l’alluvione del 4 novembre 2011. Secondo quanto trapela da Palazzo di Giustizia, la giudice si sarebbe sentita condizionata nel prendere una decisione obiettiva.

Così, ora l’udienza è stata aggiornata al 22 settembre, data in cui Vincenzi dovrebbe conoscere il suo destino: da tempo fa servizi di volontariato e ha chiesto di poterli svolgere come pena alternativa al carcere, anche se ha ribadito di essere convinta che quello nei suoi confronti sia stato un “processo ingiusto”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: