attualità

Le scuole mandano ko la viabilità E sulle strade arrivano i limiti 

le-scuole-mandano-ko-la-viabilita e-sulle-strade-arrivano-i-limiti 

Città presa d’assalto dalle auto con 3.760 ragazzi distribuiti nelle sedi di asili, elementari e medie L’assessore Verna: «Ripartita anche la mensa per 1.750 alunni». Nuova segnaletica sulla variante 

di Teresa Di Rocco

LANCIANO. Auto in coda e traffico in tilt su via Rosato, via Santo Spirito, Ferro di Cavallo, viale Cappuccini, via Paul Harris, via Barrella e via Del Mare, ovvero le strade su cui insistono le scuole cittadine. È il traffico a sottolineare il rientro a scuola ieri per 3.760 alunni dell’infanzia, primarie e medie cittadine. Col traffico ci sono pure gli ingressi separati, i termoscanner, le mascherine a ricordare che la scuola riapre sempre in tempi di emergenza Covid. Ma, è soprattutto nel suono delle campanelle, nei sorrisi sotto le mascherine dei bimbi che si capisce che rientrare a scuola è una gioia per tutti. Felici genitori, alunni, insegnanti della scuola elementare di Olmo di Riccio e dell’asilo D’Amico dove le aule sono tornate ad animarsi dopo due anni di silenzio e lavori di adeguamento sismico.

«Ho girato tutte le scuole», dice l’assessore all’istruzione Giacinto Verna, «incontrato i dirigenti perché l’attenzione dell’amministrazione è massima, assieme all’auspicio che la “scuola a scuola”, in presenza, ci accompagni per tutto l’anno, e non ci sono stati problemi anche con la mensa che è ripartita per circa 1.750 alunni. Grande soddisfazione poi per il rientro nelle scuole di Olmo e D’Amico dopo i lavori di adeguamento sismico. Ad Olmo resta solo da collaudare l’ascensore, ma sarà fatto subito. Alla D’Amico tutti i bimbi sono rientrati nelle aule, ma i lavori non sono finiti. Con una variazione di bilancio abbiamo stornato 50mila euro per ultimare il recinto, l’ingresso e sistemare nuove porte interne che saranno montate quando i bimbi non saranno a scuola».

Qualche problema per il pre e post scuola, ossia ingresso e uscite anticipate e posticipate che aiutano molto i genitori che lavorano: gran parte delle scuole non li ha attivati per le norme anti-Covid e carenza di personale. Sul fronte asili invece gli ultimi ritocchi arriveranno alle aree esterne a partire dai prossimi giorni. «Monteremo dei nuovi giochi in tutti gli asili, anche nei due nidi», precisa Verna. «Si tratta di una torre multifunzione la cui grandezza varia in base al numero degli alunni: sarà più grande ad esempio al Maria Vittoria rispetto a quello di Torre Sansone dove inizieremo l’installazione». E davanti l’asilo di Torre Sansone ieri pomeriggio l’Anas ha realizzato la segnaletica orizzontale chiesta da tempo dai genitori dei bimbi che attraversano la strada con il cuore in gola. La variante che porta verso Treglio e San Vito è infatti percorsa ogni giorno da tante auto in ingresso e uscita da Lanciano a tutta velocità, senza il rispetto dei limiti.

«Nei prossimi giorni, quando inizieranno i lavori per la rotonda tra via Del Mare e la Variante frentana, l’Anas installerà la segnaletica verticale con il limite di velocità a 50 km/h e a terra le bande ottiche di rallentamento», chiude l’assessore. Neanche il tempo di rientrare in classe che c’è il primo stop: giovedì 16, festa patronale, le scuole saranno chiuse.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: