attualità

Prove di dialogo tra Atessa.22 e i partiti del centrodestra

prove-di-dialogo-tra-atessa.22 e-i-partiti-del-centrodestra

le elezioni tra un anno 

ATESSA. Prove di dialogo tra i partiti di centrodestra e la neoformazione politico-culturale Atessa 22. In prospettiva ci sono le amministrative del prossimo anno. «L’obiettivo auspicato», si legge…

di Matteo Del Nobile

ATESSA. Prove di dialogo tra i partiti di centrodestra e la neoformazione politico-culturale Atessa 22. In prospettiva ci sono le amministrative del prossimo anno. «L’obiettivo auspicato», si legge in una nota comune dei vertici cittadini di Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia e Unione di Centro, «è quello di dare vita ad un’ampia e trasversale coalizione civica che dia attuazione ad un programma lungimirante e, allo stesso tempo, concretamente realizzabile».

Si tratta di una seria di incontri esplorativi, il primo dei quali, nei prossimi giorni, con Atessa.22.

Non sarà comunque l’unico, considerato che i partiti di centrodestra rivolgono un appello «a tutti i cittadini, i partiti, i movimenti, le associazioni e le forze democratiche della nostra città affinché possa subito instaurarsi, con essi e fra essi, un dialogo aperto, stabile e costruttivo, sul presente e sul futuro del nostro territorio». Atessa.22, a luglio scorso, è stata la prima formazione a rompere gli indugi. Alla presentazione erano presenti: Angelo Castronovo (portavoce) Michael Lusi, Marco Cicchitti, Giuseppe Nicola Fantasia, Fabio Marino, Enrico Bevilacqua, Silvio Pellegrini, Gaetano Mastronardi, Aurelio Finocchio, Domenico De Francesco, Carmine Fioriti e Domenico Giannantonio.

In quell’occasione fu sottolineato che «Atessa.22 nasce per unire, con l’obiettivo di sottoporre alla consultazione elettorale dell’anno venturo un programma amministrativo condiviso, ambizioso e realizzabile. Nasce per forgiare una squadra di amministratori capaci, in grado di compiere scelte coraggiose per incidere, con forza e lungimiranza, sullo sviluppo del territorio».

Interessante è sapere anche cosa farà LiberAtessa, o meglio, ciò che ne rimane: riuscirà la coalizione di centro-destra che ha governato Atessa per un decennio, non senza vistose divisioni interne, a formare un gruppo in grado di avere una qualche influenza sull’elettorato? Le amministrative sono dietro l’angolo e le forze politiche e civiche atessane, nessuna esclusa, hanno iniziato a tessere strategie.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: