attualità

Il vice sindaco De Laurentis: pronti ad ascoltare i cittadini 

il-vice-sindaco-de-laurentis: pronti-ad-ascoltare-i-cittadini 

archi – “il paese che vogliamo”  

ARCHI . «Ci presentiamo con un gruppo in cui ciascun candidato porta concretezza e competenze, energia giovanile ed esperienza gestionale di chi ha già ricoperto e ricopre ruoli importanti». Si…

ARCHI . «Ci presentiamo con un gruppo in cui ciascun candidato porta concretezza e competenze, energia giovanile ed esperienza gestionale di chi ha già ricoperto e ricopre ruoli importanti». Si presenta con idee chiare la lista “Il paese che vogliamo” che ha come candidato sindaco Nicola De Laurentis. Candidati alla carica di consigliere sono: Nicola Quadrini, Emanuele Cieri, Egidia Ciccocioppo, Monica Pomilio, Mercurio Carpineta, Amedeo Farina, Gessica De Gregorio, Giampaolo Rosati, Alessandro Sirolli, Nicola Lannutti. Alle amministrative dei prossimi 3 e 4 ottobre, quando gli archesi saranno chiamati per il rinnovo del consiglio comunale, De Laurentis dovrà vedersela con Franco Carpineta che si presenta a capo di “Tutti per Archi”.

Il programma di “Il paese che vogliamo” assicura «non un Comune ma una comunità nella quale i protagonisti siano i cittadini, un’amministrazione capace di ascoltare prima di parlare, di servire, non di comandare, di riconoscere davvero il ruolo fondamentale delle parrocchie, delle associazioni di volontariato, sportive, culturali, di investire su uno sviluppo armonico del nostro paese». Nicola De Laurentis è il vice del sindaco uscente Mario Marco Troilo, che è al suo primo mandato. Cinque anni fa Troilo vinse per appena 5 voti su Nicola Quadrini, le schede bianche furono 16 e le nulle 26. De Laurentis promette, tra gli altri punti del programma, lo sviluppo di progettualità lavorative attraverso la costituzione di cooperativa di comunità per la gestione delle attività turistico-ricettive e promozionali del borgo, adozione di un nuovo piano regolatore, realizzazione di un eliporto di emergenza, prosecuzione di attività di contrasto al dissesto idrogeologico, incentivazione costituzione o riconversione aziende a prevalente produzione biologica. (m.d.n.)

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: