attualità

Pinetina di Vallevò, si pianifica la rinascita 

pinetina-di-vallevo,-si-pianifica-la-rinascita 

Rocca San Giovanni. Nuovo Senso Civico: «Serve la collaborazione di tutti per il ripristino dell’area» 

ROCCA SAN GIOVANNI . La pinetina di Vallevò ha un futuro ed è tutto nelle mani di semplici cittadini, associazioni e amministratori che, insieme, si impegneranno per farla rinascere. È il primo risultato del consiglio comunale straordinario organizzato nei giorni scorsi dall’amministrazione comunale a guida del sindaco Gianni Di Rito, che ha voluto svolgere l’assise civica proprio tra gli alberi bruciati e quel che resta della pinetina dopo l’incendio doloso del 1° agosto, alla presenza di esperti e rappresentanti di associazioni. Presente anche il consigliere regionale della Lega, Fabrizio Montepara, che ha promesso un impegno diretto per realizzare un progetto complessivo che consenta di intercettare i finanziamenti per il ripristino dell’area.

I geologi Francesco Stoppa e Nicola Labbrozzi hanno spiegato invece che da un lato l’incendio ha reso il terreno più vulnerabile e suscettibile a frane e smottamenti, ma dall’altro che la natura potrà fare il suo corso di rigenerazione senza che l’uomo provveda con interventi invasivi. «Dalle conclusioni del consiglio comunale straordinario», sintetizza l’associazione Nuovo Senso Civico, che ha contribuito in tre occasioni alla pulizia dell’area, «sono emerse fortissime indicazioni sul possibile futuro della pinetina, come l’importanza della collaborazione tra cittadini, associazioni e istituzioni; la necessità di una pianificazione degli interventi sia per la riqualificazione ambientale della pinetina sia per mitigare i rischi idrogeologici dell’area. A seguito dell’indicazione dei geologi abbiamo capito che per dare alla natura il tempo di fare il suo corso bisogna concentrarsi su quattro aspetti principali: avviare uno studio per il monitoraggio della frana, ripristinare le opere di drenaggio esistenti, controllare il drenaggio superficiale perché a causa dell’impermeabilizzazione prodotta dalla cenere si possono innescare scorrimenti pericolosi a seguito delle piogge autunnali e pensare ad una rinaturalizzazione diversa, introducendo specie più adatte e compatibili con l’ecosistema dell’area».

Nuovo Senso Civico conclude: «Da questo momento in poi tutto sarà nelle mani di chi amministrerà il Comune di Rocca, a prescindere da quale sindaco verrà eletto. Come associazione siamo soddisfatti del risultato raggiunto. I soldi delle donazioni raccolti attraverso il crowdfunding (oltre 11mila euro, ndc) sono a disposizione per qualunque dei tanti interventi sia ritenuto opportuno mettere in atto. Per poter donare fondi da destinare al ripristino ambientale del piccolo polmone verde a ridosso del mare della Costa dei trabocchi si può cliccare su https://www.gofundme.com/f/pinetina-vallevo o usare l’iban dell’associazione IT67W 05387 77750 000002306428». (d.d.l.)

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: