pescara

Riello, i lavoratori portano la protesta a Pescara

riello,-i-lavoratori-portano-la-protesta-a-pescara

Alessandra Tersigni e Riccardo Nunziato, di Fiom e Uilm, con i lavoratori della Riello dopo l’incontro con l’azienda

Vertenza sui 71 licenziamenti, nel pomeriggio manifestazione in piazza Salotto: “Intervenga la politica”. Lunedì incontro con il ministro del Lavoro Orlando

CEPAGATTI. Resta senza sbocchi il dialogo tra i sindacati e la Riello (gruppo Carrier) sulla annunciata chiusura dello stabilimento di Villanova di Cepagatti, con 71 addetti da licenziare e 19 da trasferire per concentrare la produzione in altri stabilimenti del nord e l’assemblaggio in Polonia. Così, dopo la fumata nera nell’incontro in Confindustria, oggi, giovedì 23 settembre, sindacati e dipendenti portano la protesta a Pescara con una manifestazione organizzata in piazza della Rinascita (piazza Salotto). Appuntamento alle 17 per sensibilizzare quante più persone possibile su una vertenza che ha gettato nello sconforto novanta famiglie.

“Non c’è trattativa, per noi. Non firmiamo licenziamenti e andiamo avanti per la nostra strada”, ha ribadito Alessandra Tersigni, della Fiom Cgil. “Di fronte al ministero”, ha aggiunto Riccardo Nunziato della Uilm, “l’azienda si dovrà prendere le proprie responsabilità. Intanto lunedì 27 una delegazione incontrerà il ministro del Lavoro Andrea Orlando, atteso a Lanciano (alle 18.30, ci sarà anche una delegazione della Brioni). Poi il 12 ottobre si terrà un altro incontro con


l’azienda, sempre nell’ambito della procedura già avviata”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: